Cassazione, sono molestie anche le telefonate mute

di Michela Allegri

0
  • 23
ROMA Comporre il numero, attendere la risposta dall’altro capo della cornetta e, poi, riagganciare. Quello che può sembrare un semplice scherzo telefonico, in realtà è un reato a tutti gli effetti. L’ha stabilito la Corte di Cassazione, annullando l’assoluzione di un quarantenne che, per dispetto, aveva vessato i vicini di casa con decine di telefonate mute. Non sono bastate le rimostranze dell’imputato, che ha raccontato di avere agito mosso dall’esasperazione. A suo dire, i condomini lo...
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Lunedì 16 Aprile 2018, 00:00 - Ultimo aggiornamento: 17 Aprile, 18:44
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP