Tariffe troppo basse, una rete colabrodo
e 5 miliardi che nessuno vuole spendere

di Francesco Pacifico

l parallelo è empirico, ma contiene in sé tutto il dramma del sistema idrico italiano. Tra l’ottobre e il marzo scorsi, nel periodo deputato a rimpinguare le falde acquifere, le piogge sono crollate del 40 per cento. E, ogni giorno, quasi il 40 per cento dell’acqua trasportata sulla nostra rete si perde, si spreca, per colpa di tubature vecchie e bucate. Infatti ogni conduttura ha una vita media di dieci, mentre quelle nei grandi centri, quando va bene, ne hanno almeno quaranta. Nella grande emergenza che sta colpendo...
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Domenica 23 Luglio 2017, 23:55 - Ultimo aggiornamento: 23-07-2017 23:55
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP