Colpi di pistola nella notte: ucciso davanti a casa, fermato un sospetto

Il luogo del delitto, nel riquadro: a sinistra il presunto assassino, a destra la vittima
ARTICOLI CORRELATI
0
  • 104
VENEZIA - Un veneziano di 47 anni, Ivano Gritti, è stato ucciso a Venezia verso l'una di questa notte, nel sestiere di San Polo in calle delle Chiovere: è stato raggiunto da un colpo di pistola vicino all'occhio mentre si trovava all'esterno dell'abitazione del presunto assassino al termine di una furiosa lite fra i due. L'allarme è stato lanciato dai vicini che hanno sentito due spari.

Si tratta dell'abitazione dove risiede il presunto autore del delitto, Ciro Esposito, 50 anni, ma ancora le indagini da parte delle forze dell'ordine sono in corso. Il sospetto è stato portato in caserma.
 


La vittima abitava alla Giudecca e conosceva bene il sospettato. Ivano Gritti, che avrebbe compiuto 48 anni fra 5 giorni, aveva alle spalle molti precedenti penali: il primo arresto ben 23 anni fa per una vicenda legata alla droga.

LA DIFESA “Ho preso paura: il mio cane abbaiava, non ho capito chi ci fosse dietro il vetro e ho fatto fuoco 2 volte per  intimidire”, si è difeso così Ciro Esposito di fronte al pm Patrizia Ciccarese. Per quale motivo Gritti si è  recato nel cuore della notte sotto casa di Esposito? “Motivi personali” hanno dichiarato gli inquirenti, precisando che sono in corso accertamenti. 
 
 

+++ I particolari sul Gazzettino del 10 gennaio  +++ 
Martedì 9 Gennaio 2018, 08:54 - Ultimo aggiornamento: 11-01-2018 08:51
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP