Individuato il testimone del delitto: sarà una pedina importante

la vittima Ivano Gritti a sinistra e Ciro Esposito
ARTICOLI CORRELATI
0
  • 11
VENEZIA - È stato individuato dai Carabinieri il testimone dell'omicidio di calle de le Chiovere a Venezia. Si tratta della persona che si trovava vicina al 47enne Ivano Gritti nel momento in cui questi è stato raggiunto all'occhio da un proiettile sparato da Ciro Esposito, dall'interno della sua abitazione. Quest'ultimo era stato arrestato in flagranza, accusato di omicidio e porto abusivo d'arma clandestina.

Dopo i due spari, il testimone era fuggito di corsa lungo la calle facendo perdere le tracce. Era però stato visto da una residente, affacciata alla finestra, che ne aveva dato poi una descrizione agli investigatori, parlando di una persone di probabile origine straniera. L'uomo, per ora estraneo al fatto di sangue, è stato individuato nelle ore successive dai carabinieri, e potrebbe costituire una pedina importante per le indagini, coordinate dal pm Patrizia Ciccarese.

L'intento è di far luce sulle motivazioni del delitto e su che tipo di rapporto intercorresse tra il presunto omicida e la vittima. L'autopsia sul corpo di Gritti sarà eseguita venerdì prossimo dal medico legale Cristina Mazzarolo. Domani, giovedì, è prevista l'udienza di convalida dell'arresto di Ciro Esposito. Tra le piste seguite, quella che i due protagonisti della vicenda possano essere stati implicati in alcune rapine a mano armata compiute nelle ultime settimane ai danni di supermercati di Venezia. 
Mercoledì 10 Gennaio 2018, 15:07 - Ultimo aggiornamento: 10-01-2018 19:38
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP