Sfilata di abiti sui film di Totò, Fazzolari a Napoli: «Per amore farò candele»

ARTICOLI CORRELATI
di Francesca Cicatelli

Abiti con una storia che hanno fatto amare, arrabbiare, palpitare donne e uomini, immaginare, a chi li ha indossati ieri sera, la vita che hanno avuto e inorgoglire chi li ha salvati dall'oblio. Per un giorno hanno ripreso vita gli abiti con «anima», i vintage storici, custoditi gelosamente da tre famiglie del settore di Ercolano.

Nell'ambito delle celebrazioni del cinquantesimo anniversario della scomparsa di Antonio de Curtis, il grande Totò, il Comune di Napoli e l'associazione “Officina delle Idee” di Rosa Praticò, hanno animato il Convento di San Domenico Maggiore, dov'è in corso fino a luglio la monumentale mostra “Toto Genio”, con una sfilata di alta moda con abiti storici degli anni ’50 - ‘60 - ‘70 che hanno accompagnato la carriera, le passioni e gli amori di Totò, per molti versi precursore della moda d’avanguardia.

La sfilata è stata curata dall’alta sartoria di “Mastro Geppetto Vintage” di Lualdo Nettuno, in collaborazione con gli abiti del «re delle pezze» Catello Russo e con gli ombrelli parasole d'epoca di «Mario Talarico 1860» (l'azienda produce solo tre ombrelli al giorno) che, per l’occasione, ha realizzato un ombrello dipinto a mano raffigurante i dieci personaggi più noti di Totò. La serata, in un succedersi di brani di musica classica partenopea ha vissuto anche gli intermezzi musicali del maestro Romeo Barbaro e dalla soprano del San Carlo Linda Airoldi, che si sono esibiti in alcuni dei brani di Antonio de Curtis. In passerella la coreografia e le modelle dell'agenzia Clearance Event & Management di Luigi Bilancio e trucco e parrucco del make-up artists Antonio Riccardo e Nicola Acella. A concludere la sfilata una map-model, con indosso un abito realizzato con gli stracci per pavimenti, cappello compreso, cucito dalla scuola della moda Partenopea.
 

L’evento è stato presentato dall'attrice Daniela Fazzolari, protagonista di numerosi film e serie televisive tra cui Centovetrine, L’Educazione di Giulio, Non ho Sonno, CentoVetrine, La Terza Madre, la miniserie Io ti assolvo e la serie tv Ris 4 che si racconta - in esclusiva nella videointervista a Il Mattino - in compagnia del marito, autodefinitosi «modello in pensione», Sergio Sparascio.
Giovedì 15 Giugno 2017, 14:06 - Ultimo aggiornamento: 15-06-2017 14:06
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP