«Salvi per miracolo» al Museo Diocesano di Napoli

di Emanuela Sorrentino

Dopo i tableaux vivants prendendo spunto dai quadri di Caravaggio una nuova performance al Museo Diocesano di Napoli. Le scene di vita popolare in «Salvi per miracolo», con le immagini tratte dall’iconografia popolare partenopea rappresentati nella Chiesa Gotica di Donnaregina Vecchia per il progetto di Ludovica Rambelli teatro con il Compleso Monumentale Donnaregina. Primo appuntamento domenica 15 ottobre dalle ore 10 alle ore 13 ogni 30 minuti, si replica poi il 17 dicembre.

«Salvi per miracolo» è una performance teatrale, con gli stessi attori e la tecnica dei tableaux vivants. Lo spettacolo, nato come un percorso itinerante e per spazi non convenzionali, è frutto di un intenso lavoro laboratoriale; qui gli ospiti diventano idealmente spettatori/attori di un teatro in cui si incrociano lo studio del corpo con lo studio dell’estetica e dell’arte. Il pubblico potrà assistere attraverso la rappresentazione di dipinti strettamente collegati alla città di Napoli ad un affresco tutto partenopeo che si comporrà nei luoghi della Chiesa di Donnaregina Vecchia. Scene di vita popolare si animeranno in una galleria vivente avvolta dalla musica sacra, da quella popolare e dai suoni dei vicoli di Napoli.

In scena: Serena Ferone, Andrea Fersula, Chiara Kija, Ivano Ilardi, Laura Lisanti, Antonella Mauro, Claudio Pisani, Paolo Salvatore. Regia: Ludovica Rambelli, aiuto regia: Dora De Maio.
 
Lunedì 9 Ottobre 2017, 10:28 - Ultimo aggiornamento: 09-10-2017 10:28
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP