Agerola, a Ferragosto l'Alba Magica: musica alle 5 del mattino

di Emanuela Sorrentino

Ormai è uno dei riti del Ferragosto: l’Alba magica, che ad Agerola si aspetta a suon di musica in altura, sul Sentiero degli Dei (foto di Antonio Naclerio).

Partenza e programma: la partenza è prevista il 14 agosto alle ore 19 da località "Crocifisso" in Paipo (Bomerano, frazione di Agerola) con servizio navetta da Piazza Paolo Capasso già a partire dalle ore 18. Accompagnati da guide esperte, dopo un’ascensione di circa 45 minuti, si raggiunge località "Tre Calli", dove viene montato il campo per la notte e si dà il via al sottoevento: Quelli che aspettano tra canti e musica…, una notte di musica fino al sorgere del sole. Alle ore 5 del 15 agosto il nuovo giorno verrà salutato sulle note del Concerto all’alba eseguito dal Gruppo bandistico "Città di Agerola".

Equipaggiamento consigliato: scarpe da trekking ed eventuale bastone da montagna; giacca a vento; tende (o sacco a pelo); torcia; colazione al sacco. Il percorso, specie all’inizio, non è indicato per chi non se la sente di affrontare un sentiero a tratti ripido e impervio, ma quelli che lo affronteranno saranno ripagati da un panorama mozzafiato.

La vista si aprirà contemporaneamente sul Golfo di Napoli e su quello di Salerno, permettendo con uno solo sguardo di ammirare l'intero litorale, da Punta Licosa a Punta Campanella. Dall'alto dei Monti Lattari, col nascere delle prime luci del giorno, sembrerà di volare. Capri parrà a portata di mano, e così la conca dell'altopiano di Agerola e l'intera dorsale che attraversa la Penisola sorrentina, ma lo sguardo potrà spingersi ancora oltre, fino a scorgere le sagome di Ischia e di Procida. Obbligatorio munirsi di macchina fotografica.

Intanto all'ingresso del Sentiero degli Dei quest’anno è stato collocato un guest wall di venti metri quadrati sulla cui superficie i turisti provenienti da tutto il mondo possono attestare il proprio I was here. Nata da un’idea dello scrittore Flavio Pagano, l’enorme installazione, sulla quale campeggiano le insegne della rassegna Sui sentieri degli dei e i versi di Dante dal XXX canto del Paradiso, dalla metà di luglio conta già più di 5000 firme, tra cui anche quelle di tutti gli intellettuali e artisti che sono passati al festival come Nicola Piovani, Maurizio de Giovanni, Tony Esposito, Giuliana De Sio.

Quando questo “striscione” sarà pieno – spiega Pagano – se ne metterà uno nuovo e poi un terzo ancora. Ognuno di loro recherà una frase sulla bellezza, la prima è del Sommo Poeta. Una volta riempiti, tutti e tre verranno uniti ed esposti insieme come tre lati di una camera aperta che diventa una vera e propria opera d’arte installativa. Ci sono firme in tutte le lingue, arabo, cinese, turco, scritte da destra a sinistra o dall’alto al basso, firmate anche da bambini. L’installazione è una sorta di inno muto, silenzioso alla bellezza e alla natura, perché simboleggia insieme il desiderio liberatorio di trascendere le regole e scrivere sul muro e quello di sottoscrivere un patto per la sua conservazione.  


INFO 
Pro Loco di Agerola, p.zza Paolo Capasso
081.8791064
 info@proagerola.it
www.proagerola.it
Venerdì 11 Agosto 2017, 20:31 - Ultimo aggiornamento: 11-08-2017 20:31
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP