Venezia a Napoli, in esclusiva ​l'ultimo capolavoro di Orson Welles

In esclusiva a Napoli, l'ultimo capolavoro di Orson Welles «The other side of the wind», rimasto incompiuto per quasi cinquant'anni e in distribuzione solo su Netflix da novembre, aprirà martedì 23 ottobre alle ore 19, al Cinema Astra di Via Mezzocannone, 109, l'ottava edizione di «Venezia a Napoli. Il cinema esteso» (fino al 28 ottobre, ingresso 3 euro e accrediti culturali gratuiti per tutti gli studenti).

La manifestazione, diretta da Antonella Di Nocera, a cura di Parallelo 41, rinnova la collaborazione con la Mostra Internazionale d'arte cinematografica di Venezia e porta in città titoli d'autore dal programma del Lido, non tutti distribuiti in Italia, con il contributo della Regione Campania e in collaborazione con Università degli Studi di Napoli «Federico II», Coinor, Istituto Luce Cinecittà e Arci Movie, e con Institut Fran‡ais Napoli e Goethe Institut Napoli. Sei giorni di grande cinema d'autore con oltre quaranta proiezioni, tra anteprime ed eventi speciali, e trenta ospiti nazionali e internazionali. Tra i protagonisti il regista Amos Gitai che presenterà in anteprima le sue ultime opere cinematografiche: il corto «A letter to friend in Gaza» e il film «A tramway in Jerusalem», sabato 27 ottobre al Cinema Astra dalle ore 19 i registi italiani Roberto Andò, Alessio Cremonini, Valerio Mieli, Pippo Mezzapesa, Giovanna Taviani e la regista francese Sarah Marx, il critico cinematografico Enrico Ghezzi.

Quest'anno la programmazione si allunga di due giorni e porta la rassegna anche al Cinema Modernissimo, Cinema Vittoria e Institut Fran‡ais, al Pierrot di Ponticelli, a La Perla di Agnano, al Magic Vision di Casalnuovo e al Vittoria di Aversa. Tra le esclusive più attese a Napoli «Beautiful things» di Giorgio Ferrero (martedì 23 ottobre, ore 21,30). «Portare nelle sale cinematografiche di Napoli film che difficilmente si potranno vedere in città è la scommessa che anima questa rassegna - dichiara Antonella Di Nocera - Anche per quest'edizione il punto di forza è la qualità delle opere. L'avvento di Netflix, che favorisce certamente la diffusione dell'universo dell'audiovisivo, non deve limitare il piacere della sala, per questo sono molto soddisfatta di avere sul grande schermo in esclusiva l'ultimo film di Orson Welles prima dell'arrivo in streaming». 
Giovedì 11 Ottobre 2018, 16:54
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP