Rosolino ospite di Gardaland al Sea Life Aquarium contro il mare invaso dalla plastica

In occasione della Giornata Mondiale degli Oceani, Gardaland SEA LIFE Aquarium ha accolto un ospite d’eccezione: Massimiliano Rosolino, che si è speso a favore della salvaguardia degli ambienti marini e contro la plastica in particolare, in qualità sia di padre che di appassionato della natura incontaminata come quella Australiana della sua infanzia.

L’ex-nuotatore - campione olimpico a Sydney nel 2000 e mondiale a Fukuoka nel 2001 - ha visitato l’acquario insieme alle sue due figlie Sofia e Vittoria, che hanno potuto ammirare le meravigliose creature che popolano le vasche tematizzate dell’Acquario gardesano tra cui leoni marini, pesci pagliaccio, pesci scorpioni, razze, trigoni e squali, oltre al nuovo arrivato, il Pesce Napoleone.

Rosolino, da sempre attento alle tematiche ambientali e legato al mondo degli oceani, racconta di essere molto preoccupato dal grave livello di inquinamento dei nostri mari e spaventato dal fatto che le creature marine spesso soffrano a causa di questo. “Lego la mia infanzia al mare australiano, quel mare incontaminato dove bisogna aver rispetto per la fauna e la flora che ne fanno parte. Molte persone dimenticano che spesso siamo noi a fare male agli animali con l’inquinamento e la plastica”.

Il problema dell’inquinamento, secondo l’ex-nuotatore, accomuna tutti in particolare gli adulti di oggi che devono impegnarsi a rispettare l’ambiente ed educare i più giovani a fare lo stesso, così da contribuire creare un futuro migliore sulla terra: “Ritengo importante spiegare ai bambini come bisogna amare l’ambiente e la natura che ci circonda. Loro sono sensibili, quando vedono una creatura viva e gli si spiega come rispettarla, ad esempio mantenendo l’acqua pulita, loro capiscono e la rispettano”.

In particolare, Rosolino è rimasto particolarmente colpito dall’impegno profuso da Gardaland SEA LIFE Aquarium e da tutti i SEA LIFE per salvaguardare il pianeta attraverso iniziative speciali e campagne di sensibilizzazione che coinvolgono direttamente i visitatori: “Ho scoperto che il brand SEA LIFE è attivo in numerose campagne, in particolare mi ha colpito quello legato alla protezione delle tartarughe marine. Nei periodi che ho trascorso in Australia da piccolo, ricordo bene questi animali ed è triste pensare che esse siano messe in pericolo dalla plastica! Alla fine basterebbe poco per contribuire tutti insieme alla loro salute”.

























Un legame molto forte tra sport e natura, quello di Rosolino, che racconta: “Le mie figlie sono pesciolini… mi auguro che abbiano un futuro sportivo perché lo sport ci insegna a sfruttare questa energia rinnovabile che abbiamo. Più sei sportivo più ami la natura!”

 
Venerdì 8 Giugno 2018, 20:05
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP