Natura in Campania: cinque oasi Wwf da visitare

Valle della Caccia
di Ilenia De Rosa

  • 1502
Territori in cui la biodiversità è protetta e dove è possibile fare lunghe passeggiate, escursioni o semplicemente trascorrere qualche ora di relax circondati da una natura incontaminata. Sono le oasi che portano il logo Wwf. Eccone cinque.
 
Lago di Campolattaro

Fa parte dei Comuni di Campolattaro e Morcone, in provincia di Benevento, si estende per circa mille ettari e si trova in corrispondenza della valle del fiume Tammaro. L’oasi tutela una piana alluvionale naturale. E’ caratterizzata da un lago artificiale, nato dallo sbarramento del fiume per garantire l’irrigazione dei campi limitrofi, circondato da un ambiente unico nel suo genere. Nel lago si è stanziata una colonia di aironi, simbolo di una natura da preservare.
 
Montagna di Sopra

E’ un’area montana situata nel cuore del Parco regionale del Partenio. L'Oasi Montagna di Sopra si trova nel Comune di Pannarano, in provincia di Benevento, si estende per circa 312 ettari ed è ricca di specie vegetali legate sia all’ambiente mediterraneo che appenninico. Notevole è l’avifauna: poiana, sparviere, astore, gheppio, corvo imperiale, nibbio bruno, falco pellegrino, allocco, gufo reale. Tra i mammiferi sono presenti volpe, donnola, faina, martora, tasso e, negli ultimi anni, è tornato il lupo.  
 
Monte Polveracchio

Si estende per circa 200 ettari con una splendida faggeta, nel cuore dei Monti Picentini, nei Comuni di Senerchia e Campagna, in provincia di Salerno. E’ l’Oasi del Lupo, che prende il nome dalla presenza di questo animale: qui sopravvive una delle ultime popolazioni meridionali, per questo è importante continuare a preservarla. Numerosi corsi d’acqua formano il fiume Tenza, affluente del Sele. La prateria di montagna è ricca di rocce affioranti con resti fossili.  
 
Parco Croce

Piccola area ai piedi del Monte Falerio, comprende una parte di bosco mediterraneo e un’altra costituita dalle tipiche terrazze della costiera amalfitana, coltivate a vitigni ed alberi da frutto. L'Oasi del Bosco Croce si trova nel Comune di Vietri sul Mare, in  provincia di Salerno. Qui sono presenti specie tipiche dell’area mediterranea come leccio, corbezzolo, ginestra, mirto, fillirea, alloro, erica arborea, rosmarino e timo. In questo luogo trova il suo habitat naturale il falco pellegrino.
 
Valle della Caccia

Nonostante il nome, è un luogo protetto, tra i più affascinanti e selvaggi dei Monti Picentini. L'Oasi Valle della caccia si trova nel Comune di Senerchia in provincia di Avellino. Si estende per circa 450 ettari dove si incontrano una stazione di pini neri, una cascata spettacolare e un vallone selvaggio. E’ un rifugio sicuro per lupo, gatto selvatico, tasso, falco pellegrino, gufo comune: è la testimonianza vivente della flora e della fauna tipica degli Appennini.
Domenica 13 Agosto 2017, 11:20 - Ultimo aggiornamento: 14-08-2017 12:23
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP