Universiadi a Napoli, de Magistris chiama il governo: «Ci aspettiamo misura giusta»

«Noi continuiamo a lavorare perché il tempo passa e non è una variabile indipendente. Non si può perdere un giorno. Ci auguriamo che il governo adotti una misura giusta, equilibrata ed efficace che consenta di dare forza e potenza alla macchina amministrativa». Così il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, in merito all'organizzazione delle Universiadi 2019. Il sindaco ha espresso l'auspicio che «entro fine luglio ci sia il provvedimento normativo» così come era emerso nell'ultima riunione della cabina di regia.
 

«Come ci ha comunicato il sottosegretario Giorgetti, il governo deciderà martedì prossimo. Decideranno un cambio a livello di commissariamento», ha detto, dal canto suo, il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca. «L'orientamento - ha spiegato il governatore  - di non toccare la Mostra d'Oltremare per il villaggio atleti è ormai condiviso da tutti, il principale problema è stato risolto. Oggi dobbiamo correre, fare i lavori per 10 impianti sportivi fondamentali, organizzare il villaggio atleti, far partire i lavori al San Paolo e all'Arechi. Dobbiamo correre e affrontare i problemi del piano sicurezza, dei volontari che assistono gli atleti, del coinvolgimento delle federazioni sportive. Un lavoro enorme ma se non perdiamo altro tempo potremo realizzare un bell'evento, sapendo che comunque se nulla dovessimo fare abbiamo investito decine di milioni per rifare gli impianti in tutta la regione. Ma credo che siamo nelle condizioni di svolgere le Universiadi in maniera eccellente».
Venerdì 20 Luglio 2018, 14:58 - Ultimo aggiornamento: 21 Luglio, 07:02
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP