Buste della spesa in cambio di voti: blitz nella onlus a Torre del Greco

di Dario Sautto

  • 383
TORRE DEL GRECO - Non solo posti di lavoro nella nettezza urbana: per comprare voti alle comunali di giugno a Torre del Greco, il gestore di una onlus avrebbe consegnato pacchi alimentari a persone indigenti. È questa l'ultima grande novità sulla quale stanno lavorando gli investigatori coordinati dalla Procura di Torre Annunziata, con il procuratore Sandro Pennasilico e l'aggiunto Pierpaolo Filippelli.

Ieri mattina i carabinieri della locale compagnia hanno eseguito perquisizioni e acquisizione di atti volta a chiarire la posizione in particolare di uno degli indagati nella maxi-inchiesta sul presunto inquinamento dell'ultima tornata elettorale nel Comune più popoloso del Napoletano. Registri, documenti e rendicontazioni di un'associazione no profit sono stati acquisiti in copia dai carabinieri, che adesso stanno lavorando su una serie di nominativi e sulla presunta compravendita di preferenze elettorali che avrebbe visto come protagonisti alcuni aspiranti consiglieri comunali.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Mercoledì 17 Ottobre 2018, 07:00 - Ultimo aggiornamento: 17-10-2018 09:34
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP