Sprint per condoni e Piano regolatore: ecco le commissioni al Comune di Napoli

di Luigi Roano

Sono Paolo Giardiello e Sergio Pone i presidenti delle commissioni Urbanistica ed Edilizia di nomina dei consiglieri comunali e del sindaco Luigi de Magistris. Ci sono voluti nove mesi per mettere a punto i 24 nomi delle due commissioni. Si ricorderà che a maggio dell'anno scorso ci fu una lunga querelle che contrappose l'Avvocatura agli stessi consiglieri comunali perché furono riaperti i termini di presentazione delle candidature fuori tempo massimo. Un errore «materiale» dovuto al fatto che non c'erano candidati, mancavano i profili che sono indicati dalle Università e dagli Ordini professionali. A cosa servono queste commissioni? A fornire pareri non vincolanti su tutta la materia urbanistica e dell'edilizia. Per esempio sui condoni. Le pratiche da smaltire sono 25mila di cui solo 5mila non in zona vincolata. La commissione edilizia alleggerirà di sicuro la pressione sugli uffici del Comune su una materia che interessa migliaia e migliaia di napoletani. L'assessore all'Urbanistica Carmine Piscopo sintetizza così la questione: «Con la nomina dei componenti si completa il quadro delle commissioni tecniche che supportano l'amministrazione comunale nelle attività che riguardano le trasformazioni urbane». La costituzione delle due commissioni segue l'istituzione della commissione locale del Paesaggio che è già al lavoro.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Giovedì 8 Febbraio 2018, 10:13 - Ultimo aggiornamento: 08-02-2018 10:13
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP