Sanità, il commissario De Luca ​chiama i manager: «Subito la svolta»

di ​Ettore Mautone

0
  • 30
È stato qualcosa di più che un passaggio di consegne, quello che si è tenuto ieri a Palazzo Santa Lucia, tra il neo designato commissario per la sanità campana Vincenzo De Luca e il riconfermato sub commissario Claudio D'Amario. Per tre ore, dopo la consegna della lista delle cose fatte e da fare (un grosso faldone che D'Amario ha rapidamente illustrato al governatore) il presidente della Regione, per la prima volta nella nuova veste di delegato dei ministeri vigilanti, ha ricevuto in presenza dei dirigenti del suo staff (Antonella Guida, Antonio Postiglione e Enrico Coscioni) i manager delle tre Asl napoletane: Mario Forlenza, fresco di nomina alla guida della Asl metropolitana, Antonietta Costantini, direttrice della Asl Napoli 3 sud, e Antonio D'Amore manager a Napoli nord. Qui, su queste tre aziende che servono una popolazione di circa 3 milioni di abitanti, si concentrano gran parte dei nodi della sanità campana che De Luca è chiamato a sciogliere. Il primo scoglio è l'esame di fine luglio fissato al tavolo interministeriale di verifica che ogni quattro mesi accende i riflettori sugli adempimenti Lea (Livelli di assistenza).

Fari puntati sulla qualità delle cure, su tempi e modi di erogazione delle prestazioni e sugli esiti delle procedure cliniche e amministrative. 

Continua a leggere sul Mattino Digital
Mercoledì 12 Luglio 2017, 09:06
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP