Roccarainola, operai forestali senza stipendi occupano sala consiliare

di Nello Lauro

ROCCARAINOLA - Un’occupazione pacifica del Comune per manifestare. Ancora una volta. Cambia il modo di protestare, ma la situazione resta la stessa. Due mensilità arretrate (aprile e maggio) e i buoni pasto non ricevuti dal mese di dicembre i motivi della contesa che hanno spinto gli operai della foresta demaniale a recarsi nell’aula consiliare del comune di Roccarainola dove sono stati ricevuti dal sindaco Raffaele De Simone.

«Siamo stanchi – dicono gli impiegati regionali – di questa situazione che si ripete ciclicamente.  La battaglia quotidiana con i mutui, bollette, scadenze è impari: facciamo i saliti mortali. Ogni volta è la stessa storia, così non si può vivere e lavorare sereni». Lo conferma anche  Francesco Fattoruso, segretario generale della Fai Cisl Napoli: «È una situazione difficile dove i lavoratori sono gli unici penalizzati da una burocrazia che allunga i tempi e mette a dura prova la pazienza dei lavoratori: stiamo pensando a un’iniziativa sindacale da fare magari in prefettura».

Solidale anche il primo cittadino di Roccarainola: «Ho provato a chiamare i vertici regionali che mi hanno assicurato che in una settimana pagheranno almeno una mensilità.  Siamo dispiaciuti per i lavoratori: è una situazione che non è sostenibile».
 
Venerdì 8 Giugno 2018, 11:08 - Ultimo aggiornamento: 08-06-2018 11:08
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP