Rifiuti e gare deserte: Bonavitacola due ore faccia a faccia con il pm

di Leandro Del Gaudio

È durato poco più di due ore il faccia a faccia in Procura, per il vicepresidente della giunta regionale. Terzo piano, primo pomeriggio, non è passata inosservata la sagoma di Fulvio Bonavitacola, braccio destro del governatore Vincenzo De Luca, responsabile della gestione del ciclo dei rifiuti in Campania.

È stato sentito come persona informata dei fatti, nel corso di uno dei filoni di indagine che in questi mesi hanno tenuto banco dentro e fuori la Procura di Napoli: parliamo della gestione dei fanghi in accumulo per il malfunzionamento dei depuratori della Campania, ma anche dell'ormai annoso caso delle ecoballe stipate da anni in alcune aree dell'hinterland regionale. Una inchiesta che per alcuni versi è nata in modo autonomo, mentre da un altro profilo si è arricchita del materiale raccolto dalle indagini giornalistiche del videogiornale Fanpage.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Martedì 10 Aprile 2018, 10:45 - Ultimo aggiornamento: 10-04-2018 10:45
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP