Quarto: Sabino tira la volata, Secone insegue

di Ferdinando Bocchetti

Primo turno elettorale segnato dall'incertezza. I primi dati fanno pendere la bilancia dalla parte di Antonio Sabino, candidato del centrosinistra, seguito da Davide Secone, esponente della sinistra con una forte connotazione civica e ambientalista. I giochi si preannunciano più che mai aperti e non si esclude il ballottaggio tra i due. Sabino, indicato come il favorito della vigilia, non sarebbe riuscito infatti a regolare i conti già al primo turno nonostante la bassissima affluenza ai seggi: poco più del 46 per cento dei 32 mila 668 aventi diritto. (Sabino, dal trend di spoglio, si attesterebbe al momentyo in cui si scrive al 41% contro il 22, 5 di Secone) Affluenza flop, dunque, nel comune reduce dall'ennesimo commissariamento e segnato dall'inattesa uscita di scena del candidato sindaco Massimo Carandente Giarrusso e dell'intero schieramento del centrodestra, escluso dalla giustizia amministrativa dalla corsa elettorale.

DISAFFEZIONE
Il segnale di una crescente disaffezione dalla politica locale, sentita ormai distante dalle problematiche della cittadinanza. Quarto, finita tre anni fa alla ribalta nazionale per l'elezione di Rosa Capuozzo, il primo sindaco grillino eletto in Campania ma ripudiato pochi mesi dopo dal Movimento, potrebbe dunque essere governata nei prossimi anni da Antonio Sabino, avvocato 39 enne figlio di uno storico esponente della sinistra flegrea, oppure da Davide Secone, figlio di Sauro Secone, primo cittadino Quarto tra il 2007 e il 2011. Sabino non è appoggiato (almeno ufficialmente) dal Pd, uno dei grandi partiti assenti dalla competizione, così come Forza Italia, Lega e Movimento Cinque Stelle, bensì da tre liste civiche: Democratici in cammino, Arcobaleno e Movimento Flegreo. Secone, che lo ha trascinato al ballottaggio, è sostenuto invece da due liste dichiaratamente di sinistra: Un'altra città e Davide Secone sindaco. Il primo turno avrebbe sancito l'uscita di scena di altri quattro candidati: Rosa Capuozzo, Giovanni Santoro, Gabriele Di Criscio e Concetta Aprile, quest'ultima orfana del simbolo pentastellato e in campo con la civica Meet up Quarto 3.0.

CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Lunedì 11 Giugno 2018, 08:09
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP