Palma Campania, l'immigrato batte il Comune: sarà iscritto all'anagrafe

di Francesco Gravetti

Il nuovo fronte caldo del dibattito sulla difficile integrazione della comunità del Bangladesh a Palma Campania potrebbe essere quello dei negozi e delle attività commerciali e produttive. Orari di apertura e chiusura non rispettati, precarie condizioni igieniche di conservazione della merce, operai senza contratti di lavoro. Il sindaco Nello Donnarumma ha sollecitato maggiori controlli, chiedendo collaborazione alle istituzioni. E di questo si è discusso in questura, nel corso di un summit con il questore Antonio De Jesu, al quale hanno partecipato rappresenti dei carabinieri (col capitano della compagnia di Nola Alberto Degli Effetti), dell'asl (col dirigente medico Nicola Trinchese) e del comune di Palma Campania. L'obiettivo è coordinare ancora di più gli interventi. Intanto, mentre gli uomini della polizia municipale, insieme agli agenti di polizia di Stato del commissariato di Nola, proseguono i controlli contro il sovraffollamento delle abitazioni abitate da cittadini del Bangladesh, a Palma Campania arriva la notizia di una sentenza che riconosce proprio ad un bangladese il diritto ad iscriversi all'anagrafe comunale, che gli era stato negato mesi fa.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Giovedì 13 Dicembre 2018, 12:30
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP