Napoli, Valente: «Interrogazione a Minniti sulle contestazioni alla Federico II, non è possibile impedire di parlare»

«Ho deciso di presentare un’interrogazione al ministro degli Interni Marco Minniti, su quanto avvenuto giovedì scorso alla Federico II. Un gruppo di manifestanti, pochi, ma ben organizzati, ha impedito a Massimo D’Alema e a Susanna Camusso di parlare nel corso di un convegno che alla fine non si è potuto tenere per motivi di ordine pubblico» dichiara Valeria Valente deputata e consigliere comunale del Pd.

«Non è la prima volta che questo accade. Anzi, purtroppo, negli ultimi anni a Napoli è diventato un copione fisso: impedire di parlare a chi la pensa diversamente e costringerlo a interrompere manifestazioni pubbliche regolarmente autorizzate o ad andarle a celebrare in luoghi blindati. Cambiano, ogni volta i contestati, da Renzi a Salvini, da De Luca a D’Alema, i contestatori invece sono sempre gli stessi, stesse parole d’ordine, stessi metodi. E sempre la stessa è la voce che manca all’appello tra quelle che dovrebbero condannare, prendere le distanze e isolare queste azioni e questo clima di intolleranza. I silenzi del Sindaco di Napoli de Magistris sono ormai troppi e ripetuti per non essere letti come accondiscendenti. Tutto questo è inaccettabile». 

«A Napoli, città medaglia d’oro della Resistenza, - continua Valente - il diritto a manifestare il proprio pensiero non può essere ostaggio di sparuti gruppi che utilizzano azioni e metodi violenti. Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero”, così recita l’articolo 21 della nostra Costituzione. I principi della nostra Carta si difendono innanzitutto mettendoli in pratica ogni giorno, su tutto il territorio italiano, anche e soprattutto a Napoli. Il Governo intervenga per ristabilire le più elementari regole di convivenza civile e democratica” conclude Valente.
Sabato 11 Novembre 2017, 16:13
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
2 di 2 commenti presenti
2017-11-13 11:22:25
Siete ridicoli. Tutti a contestare tutto e tutti, nessuno che porta un straccio di soluzione ai problemi, un progetto chiaro di governo con risposte altrettanto chiare sul jobs act, sulla scuola, sulle pensioni, sull'immigrazione; solo e sempre retorica, stereotipi, chiacchiere a vuoto. Ripeto, siete ridicoli ma aggiungo siete il frutto di questa società, non è colpa vostra.
2017-11-11 23:10:04
Valente ma non è il caso di stare zitta?

QUICKMAP