Catacombe, prove di dialogo tra volontari e Vaticano: la soluzione è possibile

di Giuliana Covella

Distensione. Potrebbe essere questa la parola giusta per definire il clima che si respirava ieri, dopo l'accordo raggiunto sulle Catacombe di San Gennaro tra l'arcivescovo Crescenzio Sepe e il presidente della Pontificia Commissione di Archeologia Sacra Gianfranco Ravasi. Dopo la mobilitazione collettiva per salvare i giovani della cooperativa sociale «La Paranza», che gestiscono il sito dal 2009, i due cardinali si sono incontrati a Roma in occasione dell'Assemblea della Conferenza episcopale italiana e hanno discusso del caso Catacombe per trovare una soluzione ottimale per ambo le parti in causa: da un lato la Santa Sede che, attraverso la Pontificia Commissione, aveva richiesto un credito relativo agli ultimi dieci anni di attività pari alla metà degli incassi derivanti dalla vendita dei biglietti; dall'altro i giovani del Rione Sanità, che hanno ridato vitalità a un sito e a un territorio non adeguatamente valorizzati per decenni.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Sabato 17 Novembre 2018, 08:00 - Ultimo aggiornamento: 17-11-2018 13:59
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP