Cassonetti nelle strisce blu, l'Anm Napoli perde due milioni di euro

di Pierluigi Frattasi

1
  • 11
Sono circa mille i cassonetti e le campane dei rifiuti di Asìa piazzati proprio sulle strisce blu dell'Anm, che equivalgono a 500 posti auto che l'azienda dei trasporti non può mettere a reddito. Per una perdita che si può approssimativamente stimare in circa 2 milioni di euro all'anno di entrate. Ma non finisce qui. Per quei 24mila stalli distribuiti in tutta la città, infatti, l'Anm paga anche un fitto al Comune, che ne è proprietario, di 2,5 milioni l'anno. Senza contare i disagi per i cittadini. A chi non è capitato di cercare disperatamente un posto sulle strisce per parcheggiare l'auto, quando l'unico spazio che sembra disponibile è occupato dai cassonetti dell'immondizia?
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Venerdì 12 Ottobre 2018, 07:30
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2018-10-12 09:55:57
si lavora come capita- nessuno controlla quello che fanno gli addetti- basta anche vedere come le grandi campane vengono posizionate senza nessun controllo ed ogni notte svuotate e riposizionate alla men peggio- non parliamo poi della loro igienicità- sono anni che non si lavano- e dello schifo che si ritrova a terra dopo le operazioni- Ignoranza , superficialità, menefreghismo- questo è mancanza di ETICA del lavoro- chi deve provvedere?

QUICKMAP