Polizia provinciale Napoli, ok al concorso: scattano 150 assunzioni

di Valerio Esca

«Nel 2018 avvieremo la mobilità e ci prepariamo ad un nuovo concorso per la polizia metropolitana». Ad annunciarlo il consigliere delegato alla polizia provinciale e beni confiscati Carmine Sgambati, a margine dell'inaugurazione in via Diaz del nuovo presidio. Al taglio del nastro hanno partecipato, oltre al consigliere, il sindaco Luigi de Magistris (arrivato con mezz'ora di ritardo a causa del presidio dei disoccupati Bros fuori la sede della ex Provincia), il questore di Napoli, Antonio De Iesu, e il comandante del Corpo Lucia Rea. Si tratta di 150 assunzioni, che verranno effettuate «grazie a nuove procedure di reclutamento» spiega Sgambati, che incalza: «Si procederà ad un deciso incremento delle unità di personale del corpo, che risulta fondamentale per la tutela dell'ambiente, delle strade e della sicurezza per gli illeciti sul territorio metropolitano».

Il drappello, che farà da front-office con la cittadinanza, è considerato dal primo cittadino «un ulteriore segnale della forte presenza della polizia della Città Metropolitana». «Oggi - ha evidenziato il questore De Iesu - le problematiche ambientali incidono sulle comunità e sulla vivibilità. L'apertura di questo presidio è una piccola ma grande iniziativa, utile ad avvicinare il cittadino alla polizia metropolitana. La sinergia di strutture che si occupano di reati ambientali - ha concluso - può rappresentare una grande risorsa per la comunità». 
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Venerdì 17 Novembre 2017, 11:07 - Ultimo aggiornamento: 17-11-2017 11:07
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2017-11-17 15:45:48
scusate eh, ma come mai un ente ABOLITO assume?

QUICKMAP