Inchiesta Sma, Gioventù Nazionale chiede le dimissioni di Passariello

di Ferdinando Bocchetti

Gioventù Nazionale prende posizione sul consigliere regionale di Fratelli d'Italia, Luciano Passariello, finito nel vortice dell'inchiesta mediatica condotta da Fanpage. "Fratelli d’Italia ha ottenuto un buon risultato, ottenendo più del doppio dei voti rispetto alle elezioni del 2013 e aumentando considerevolmente il numero di parlamentari -  recita la nota diramata dagli esponenti di Gioventù Nazionale - Ciò però non deve impedire alla Federazione di Napoli di fare una dura considerazione: le elezioni del 2018 rappresentano un fallimento per tutta la classe dirigente che in questi anni ha gestito le politiche provinciali, non riuscendo nemmeno a confermare il risultato delle elezioni regionali 2015, perdendo oltre un punto percentuale; la terza città d’Italia non avrà nessun rappresentante nella XVIII Legislatura ed è un fatto gravissimo che obbliga anche i dirigenti Nazionali, in primis il Presidente Giorgia Meloni, a prendere le misure affinché non avvenga più una situazione del genere". Poi l'attacco a Passariello: "Ad una cattiva gestione si è aggiunta anche l’indagine ai danni del consigliere regionale Luciano Passariello, inspiegabilmente candidato sia in un collegio uninominale, quello di Ponticelli (Fdi al 2,01%), che come capolista al plurinominale nel collegio di Napoli città, che ha gettato ombre sulla sua attività politica in Regione Campania. Noi - aggiungono - crediamo sia opportuno procedere ad un ricambio generazionale totale, partendo proprio da chi al momento ricoprire la carica elettiva più alta in Provincia di Napoli, il consigliere Passariello, che dall'alto della sua lunga esperienza politica saprà essere esempio per tutta la nuova generazione pronta a prendere il testimone anche a Napoli, come successo nella maggior parte delle città italiane, vedendo una folta schiera di quarantenni eletta in Parlamento". 
Sabato 10 Marzo 2018, 12:25
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP