Il ritorno dell'impresentabile Cesaro:
«Tempo galantuomo, credo nei giudici»

ARTICOLI CORRELATI
di Gigi Di Fiore

  • 181
Capolista al collegio plurinominale Campania 3 al Senato, Luigi Cesaro, parlamentare uscente, più volte deputato di Forza Italia e anche del Pdl, è una sorpresa dell'ultima ora tra i candidati nelle liste del centrodestra. Nome rimasto a lungo in bilico nei giorni scorsi, durante le ore frenetiche di trattative nel centrodestra per la scelta delle candidature, soprattutto in Campania. Archiviato il procedimento giudiziario della Procura di Napoli in cui era stato coinvolto nel 2014 e in cui sono imputati i fratelli Aniello e Raffaele entrambi detenuti da otto mesi per altre accuse, Cesaro ha da dieci giorni saputo di essere indagato per voto di scambio con il figlio Armando, dopo che la Procura di Napoli nord gli ha notificato un avviso di chiusura inchiesta. Della sua candidatura, dell'ultima indagine giudiziaria a suo carico e della prossima campagna elettorale, Luigi Cesaro accetta di parlare con Il Mattino.

Onorevole Cesaro, sulla sua candidatura ci sono stati problemi all'interno di Forza Italia?
«Nessun problema interno a Forza Italia. Come ha giustamente dichiarato l'onorevole Paolo Russo, subito dopo aver depositato le liste in Corte d'appello dove era con il senatore Domenico De Siano, si è trattato di una scelta condivisa e il presidente Berlusconi, che non mi stancherò mai di ringraziare, ha approvato la proposta presentata da tutto il partito».

Come mai, alla fine, il suo nome è stato preferito a quello, pure circolato, di suo figlio Armando capogruppo di Forza Italia al Consiglio regionale campano?
«Dice bene: pure circolato. In realtà, Armando non è mai stato realmente in campo. Chi milita in un partito è a disposizione di un progetto complessivo ed è il partito che poi propone e sceglie le candidature. Prima di quel momento, tutti e nessuno sono in campo in una competizione elettorale. E poi, noi conosciamo e rispettiamo le regole del gioco: io e Armando non avremmo mai potuto chiedere di concorrere insieme in queste elezioni».

CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Martedì 30 Gennaio 2018, 08:30 - Ultimo aggiornamento: 30-01-2018 12:36
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP