Polveriera Pd, resa dei conti dopo lo stop alle liste

ARTICOLI CORRELATI
di Fiorangela d'Amora e Francesca Raspavolo

Volevano trovare consenso al di là del Pd, provando a «oltrepassare i propri confini per provare a vincere ancora, aggregando anche pezzi di rappresentanza civile disposti a lasciare il centrodestra». Lo scrive Francesco Picarone, consigliere regionale del Pd, in un post su Facebook a 24 ore dal flop del Pd. Le liti e i dissidi nelle due città più importanti della provincia di Napoli che andranno al voto il prossimo 10 giugno hanno portato alla mancata presentazione della lista nella città di Torre del Greco, a un listino monco invece a Castellammare. Nella città del corallo il segretario Massimo Meo si è dimesso parlando di «partito senza una linea politica, un indirizzo unitario e condiviso», nella vicina Stabia invece i delegati del Pd sono arrivati in orario a Palazzo Farnese per presentare la lista ma in mano avevano solo 19 nomi su 24. Una fuga da quella che doveva rappresentare la lista più forte del centrosinistra, oggi specchio solo di una parte del Pd.

Troppo potere e autonomia ai circoli cittadini? Troppe anime in uno stesso partito? Di certo non è solo una questione cittadina perché lo scontro ora si è spostato in consiglio regionale. Il primo a sentire il bisogno di chiarire i fatti è Mario Casillo, il capogruppo Pd in Regione che venerdì sera ha fatto la spola tra Castellammare e Torre del Greco. «Rompo il silenzio commenta Casillo perché non posso accettare né tollerare le ricostruzioni fantasiose, suggerite ad arte, non sono il capro espiatorio». I toni decisi del boschese Casillo sono rivolti a chi ha provato nelle ultime ore a traghettare il Pd verso un'alleanza trasversale mai digerita dai suoi. «A Torre del Greco, a dispetto di quanto altri sostengono e mi imputano, ho fin dall'inizio dato spazio alla collega Loredana Raia, consigliere regionale e esponente locale del Partito Democratico, perché fosse lei, di concerto con la segreteria provinciale e locale, a portare avanti le trattative per comporre la migliore coalizione».
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Lunedì 14 Maggio 2018, 10:13 - Ultimo aggiornamento: 14-05-2018 14:33
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP