Eav, l'annuncio di De Luca: «Ci prepariamo a fare nuove assunzioni per 350 unità giovani»

ARTICOLI CORRELATI
4
  • 59
«Ci prepariamo a fare nuove assunzioni per 350 unità giovani in Eav». Lo ha detto Vincenzo De Luca, presidente della Regione Campania, a margine della presentazione della campagna per gli abbonamenti gratuiti ai mezzi pubblici per gli studenti della Campania, parlando dell'Eav, holding della trasporto pubblico regionale. «Come Regione - ha affermato - noi abbiamo competenza sull'Eav, la Circumvesuviana». «Dal punto di vista della Regione - ha concluso - siamo estremamente soddisfatti perché abbiamo risanato l'azienda».

Le difficoltà però restano: «Abbiamo una difficoltà su aziende che sono di proprietà di altri enti come quelle del Comune di Napoli e della città metropolitana di Napoli», ammette De Luca a margine della presentazione della campagna per gli abbonamenti gratuiti ai mezzi pubblici e degli studenti campani. «Per queste aziende - ha affermato - sarà necessario fare dei piani industriali credibili, per risanare i bilanci e mettere ordine anche nell'organizzazione interna rilanciare le aziende stesse». 
 

Presentando la campagna per gli abbonamenti gratuiti al trasporto pubblico per gli studenti campani, poi, De Luca annuncia: «Arriveremo a 100mila abbonamenti», spiegando che in un primo momento era prevista la copertura per 80mila studenti, ma già «lo scorso anno siamo arrivati a 90mila abbonamenti». «È un'iniziativa per la quale investiamo più di 20 milioni di euro l'anno - afferma - dovremmo trovare altra copertura in più per questo anno». Per De Luca, «è un'iniziativa di cui siamo sinceramente orgogliosi, il trasporto gratuito per gli studenti delle scuole medie inferiori, superiori e delle università che hanno una distanza tra casa e scuola superiore a 1 chilometri e un reddito Isee non superiore a 35mila euro annui». «Comprendiamo in pratica - ha sottolineato - quasi tutte le famiglie campane».

«Provate a immaginare una famiglia che ha due ragazzi che vanno a scuola con un costo medio dell'abbonamento di 320 euro, cosa che significa spendere sui 650 euro - ha aggiunto - Questo decide a volte la possibilità o meno di mandare a scuola un ragazzo e una ragazza, è dunque una misura di grandissimo valore sociale».

«In relazione agli abbonamenti gratuiti - ha concluso - abbiamo dato una mano ad alcune aziende che hanno dovuto potenziare i loro mezzi per far fronte alla richiesta di abbonamenti».
Mercoledì 6 Settembre 2017, 12:21 - Ultimo aggiornamento: 07-09-2017 08:49
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
4 di 4 commenti presenti
2017-09-06 22:38:32
I milioni buttati al vento li davo per scontati,ma il disinteresse totale dei lavoratori per le sorti della loro azienda è deprimente.Anche i mille euro,faccio per dire,recuperati rappresenterebbero un piccolo esempio di amor proprio.
2017-09-06 13:44:07
Kropotkin cosa centrano i portoghesi ? Non credi invece che l'Eav stessa sia responsabile dei danni che ha procurato ed ancora procura agli utenti del servizio di trasporto pubblico ??? Hai idea dei milioni di euro che sono per così dire spariti negli anni senza nessun tipo di beneficio per la gente e gli altrettanti milioni che sono serviti per evitare la bancarotta ???!!! davvero pensi che la gestione fallimentare dell'EAV dipenda dai portighesi ??? e dai !
2017-09-06 13:28:35
e dove li fanno lavorare che non ci sono i treni?
2017-09-06 12:37:32
Già quelli che ci sono latitano,nelle stazioni della Cumana non vi è nessuna sorta di controllo,treni fatiscenti e "portoghesi"in abbondanza.Speriamo che"i nuovi"siano piu' motivati e vi sia un cambio di tendenza.

QUICKMAP