Debito di Napoli, Carfagna: «De Magistris è un’anomalia, un sindaco non va in piazza, amministra»

«Chi ricopre incarichi istituzionali non scende in piazza a fare ammuina, non urla né agita i pugni, ma lavora responsabilmente cercando di risolvere i problemi». Così Mara Carfagna, vicepresidente della Camera e consigliere comunale a Napoli di Forza Italia.

«De Magistris è un’anomalia anche in questo: indossa la fascia tricolore ma invoca e promuove la protesta, come se ci fosse sempre qualcuno da incolpare, come se i suoi fallimenti fossero frutto di un complotto ordito da chissà quali forze oscure. Per questo domani non parteciperemo alla contromanifestazione in piazza Trieste e Trento: sarebbe inevitabilmente un modo per legittimare la manifestazione di de Magistris, che vuole scientificamente distrarre l’attenzione dalle proprie colpe e dai propri errori. Il problema, infatti, non è solo la sanzione da 85 milioni inflitta dalla Corte dei Conti al Comune per un debito del passato, come vuol far credere il sindaco, ma soprattutto i 3 miliardi di zavorra che l’amministrazione de Magistris consegna alla città e alle future amministrazioni, per effetto dei quali sulla testa di ogni bambino grava un peso di 4686 euro. E di questo debito de Magistris non può incolpare nessuno se non se stesso» aggiunge Carfagna.
Venerdì 13 Aprile 2018, 15:50
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
2 di 2 commenti presenti
2018-04-14 18:23:57
come si fa a dare ancora credito a chi segue uno che ha rovinato l'Italia e gli italiani, qualcuno ha nostalgia delle leggi ad personam, la "signora" Carfagna farebbe migliore figura tacendo e rimembrando i tempi in cui si accompagnava con il sig. Italo Bocchino:
2018-04-13 18:44:40
gentile sig.ra carfagna, cosa dobbiamo dire dell' "amminestramento" del suo padrone negli anni in cui era, purtroppo , presidente del consiglio? e che cosa ci ha lasciato, in eredità, il soggetto? ringrazi quel nugolo di votanti che le hanno dato un posto di privilegio.

QUICKMAP