Circoli, a Napoli vince Oddati: bagarre nel Pd, ribaltato il verdetto del congresso

di Adolfo Pappalardo

Guai a credere che la frattura nel Pd napoletano sia stata sanata. Perché se da un lato pende il ricorso sul congresso da parte del gruppo di Nicola Oddati che contesta l'elezione di Massimo Costa, dall'altro il voto dei circoli cittadini premia proprio l'ex assessore della giunta Iervolino. E se a Costa vanno 9 segretari di circolo cittadini, a Oddati ben 18 tra cui quelli più importanti: come Vomero e Bagnoli. Insomma un Pd che si ritrova con una diversa trazione politica tra i vertici e la propria base.

«Considero Castellammare e i congressi in città una grande vittoria. Il gruppo dirigente dei principali circoli ha sostenuto la nostra battaglia e questo testimonia che siamo una parte ampia e forse maggioritaria del partito», spiega Nicola Oddati che attacca: «Per questo chiedo formalmente di rinviare l'assemblea provinciale a dopo l'undici gennaio, dopo l'udienza prevista». Si riferisce al ricorso che pende in tribunale presentato contro il voto, in due tempi, che ha eletto Massimo Costa a segretario provinciale del Pd. Carte bollate insomma che, secondo Oddati, potrebbero invalidare un congresso scandito da veleni e polemiche. Mentre i nuovi vertici democrat vorrebbero invece premere il piede sull'acceleratore e con l'assemblea provinciale di domani pomeriggio eleggere tutti gli organi dirigenti del partito napoletano (compreso il presidente che dovrebbe essere Tommaso Ederoclite).
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Lunedì 18 Dicembre 2017, 09:25 - Ultimo aggiornamento: 18-12-2017 09:25
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP