L’alba del neo-leghista Catapano: il sindaco di San Giuseppe Vesuviano a Pontida

di Pino Cerciello

Da San Giuseppe Vesuviano a Pontida. Vincenzo Catapano, appena rieletto sindaco e da pochissimo passato nel partito di Matteo Salvini, è da questa mattina nella cittadina bergamasca a festeggiare il trentaduesimo raduno leghista. «Un appuntamento a cui tengo molto, dove cercherò di coinvolgere lo stato maggiore della Lega sulle problematiche della nostra città che da anni attende il giusto rilancio economico. San Giuseppe Vesuviano è stata sempre ignorata dalla politica romana. La speranza di risollevare le sorti della nostra cittadina è quindi tutta riposta nella Lega Italia, in Matteo Salvini e Gianluca Catalamessa».

Con lui i consiglieri comunali, Francesco Santorelli, Nunzio Zurino, Michele Nappo, Enrico Ghirelli, Andrea Ementato e Anna Carbone, prima dei non eletti nella lista Orgoglio e sicura consigliera comunale per effetto delle surroghe e delle nomine ad assessore. «Un passaggio annunciato già prima del voto spiega il consigliere tra i più votati, Francesco Santorelli Con Gianluca Catalamessa ho sempre avuto una particolare intesa politica. A Pontida porteremo il saluto della nostra cittadina che molti imprenditori del nord ricordano sicuramente. Abbiamo bisogno di rilanciare San Giuseppe Vesuviano e, con la Lega Italia si è aperta una grossa opportunità». A organizzare Michele Ammirati, capo della segreteria personale del sindaco, vicinissimo a Gianluca Cantalamessa e alla sottosegretaria alla presidenza del consiglio, Pina Castiello. In pratica il vecchio blocco di Alleanza Nazionale coordinato, dall'alto, dall'ex onorevole di San Giuseppe Vesuviano, Sergio Cola. Con loro molti altri sostenitori raggiungeranno il centro bergamasco con altri mezzi.
 
 

Il sindaco, partito ieri in treno, insieme a un nutrito gruppo di consiglieri è arrivato questa mattina a Pontida sempre via treno da Bergamo. Gli altri con mezzi propri e in aereo. «Un appuntamento a cui non abbiamo voluto mancare riferisce il consigliere comunale, Enrico Ghirelli, già assessore e sicuramente riconfermato in giunta in passato nessuno ci ha ascoltato. Ora con Matteo Salvini, il cui carisma è alle stelle, la musica dovrà cambiare». Per il primo sindaco campano passato nelle fila della lega un battesimo in pompa magna tra i circa cinquantamila leghisti presenti all'evento di oggi. Catapano incontrerà Matteo Salvini, i cinque ministri della Lega (Giulia Bongiorno, Erika Stefani, Lorenzo Fontana, Gian Marco Centinaio e Marco Bussetti), i governatori leghisti di Lombardia, Veneto, Friuli-Venezia Giulia, Valle d'Aosta (Attilio Fontana, Luca Zaia, Massimiliano Fedriga, Nicoletta Spelgatti), e i capogruppo, della Camera, Riccardo Molinari, e del Senato, Massimiliano Romeo.
Domenica 1 Luglio 2018, 13:05
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP