Casoria, ostacolo Bilancio
per l'esecutivo: «È irregolare»

di Domenico Maglione

CASORIA. “Il Bilancio di previsione del Comune presenta diverse irregolarità e non può essere approvato per non incorrere nella scure della Corte dei Conti”: la minoranza punta l’indice contro lo strumento di regolamentazione finanziaria dell’ente locale. Un grattacapo in più per l’amministrazione comunale guidata dal sindaco Pasquale Fuccio che a causa delle perplessità già manifestate da alcuni consiglieri della stessa maggioranza , la settimana scorsa è stata costretta a rinviare la seduta di consiglio comunale fissata ora per il prossimo martedì 17 aprile.  “Il Bilancio è palesemente falsato”, dicono i rappresentanti di  Campania libera in un comunicato stampa. “Il paradosso? Basti pensare che rispetto a un incremento dei costi per  Casoria Ambiente (la società partecipata che si occupa della raccolta e smaltimento rifiuti, ndr) di oltre due milioni rispetto all’anno scorso, gli introiti diminuiranno, invece, per circa 20mila euro”. Il costo del servizio, per la cronaca, va ammortizzato  al 100 per cento con le tasse a carico dei cittadini. “A fronte poi di una diminuzione dei livelli di raccolta differenziata si regalano incrementi contrattuali a Casoria Ambiente per oltre 800mila euro, oltre a sprecarne altri 800mila per presunte, anzi inesistenti, attività di raccolta differenziata – si legge ancora nel comunicato – Ma queste sono solo alcune delle illegittimità che si trovano nel bilancio di previsione”. Strumento che finisce anche nel mirino di Pasquale Pugliese, candidato a sindaco senza successo di un gruppo di liste di centrodestra: “Pretendiamo un parere più rispondente alla reale situazione finanziaria anche sulla mancanza di ipotesi di dissesto per inesistenza di pretese creditorie ed una precisa individuazione della consistenza dei debiti fuori bilancio”.  Per approvare il bilancio in seconda convocazione, alla maggioranza guidata da Fuccio serviranno almeno 10 voti su sedici. “Non ci sono problemi: è tutto in regola e il parere dei revisori dei conti né rappresenta le testimonianza più evidente”, affermano i rappresentanti della coalizione di maggioranza.
Sabato 14 Aprile 2018, 17:29
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP