Caso rifiuti, De Luca: «Più passa
il tempo, più emergono contenuti reali»

ARTICOLI CORRELATI
12
  • 71
«Più passano i giorni più gli episodi all'onore della cronaca e che ci hanno riguardato assumono i contenuti reali». Così il governatore della Campania, Vincenzo de Luca, nel corso della trasmissione in onda su LiraTv. «Devo dire che abbiamo registrato in questi ultimi tempi dichiarazioni importanti di magistrati autorevoli che hanno richiamato tutti allo stato di diritto e alla civiltà di diritto - ha sottolineato - e questo mi porge l'occasione per confermare la mia totale piena fiducia nella giustizia affinché si vada avanti fino in fondo».

«Massimo rispetto e gratitudine nei confronti di chi ci aiuta a migliorare l'azione di governo o ad eliminare aree equivoche. Chi ci aiuta con un'azione giornalistica di assalto avrà il mio rispetto e gratitudine. Il problema è un altro: un'azione giornalistica anche non rituale aiuta e merita rispetto se porta alla luce i fatti, se c'è una iniziativa che non porta alla luce i fatti ma inventa i fatti questa è un'altra cosa» ha proseguito il governatore. «Chiarisco perchè ho visto che in questa settimana c'è qualcuno che ha fatto finto di non capire, o forse non ha capito davvero - ha sottolineato - ed è il mio giudizio relativo al mondo della informazione». «Capiamoci senza equivoci, il governo della Regione è impegnato in un lavoro immane di ripulitura della Regione Campania - ha aggiunto - esprimo il massimo rispetto per iniziative giornalistiche che ci aiutino ad individuare aree di parassitismo, scorrettezza, illegalità perfino aree di plebeismo».

«La sensazione che ho avuto io ascoltando qualche personaggio equivoco che è stato agganciato - ha detto ancora De Luca - è che il personaggio equivoco è stato impiegato su sceneggiatura per fargli pronunciare due espressioni, questo è tutto. Vale a dire l'espressione ecoballe e l'espressione 15% pronunciate dal personaggio in questione». Al centro del video di Fanpage c'è un incontro tra Roberto De Luca, un ex boss della camorra che si presenta per conto di una multinazionale specializzata nello smaltimento dei rifiuti; in assenza di De Luca Jr, l'ex boss parla di cifre da destinare ai politici, vale a dire il 15%. «Le ecoballe per dire che c'entra questo con le ecoballe, infatti l'argomento è introdotto dal camorrista, il tutto rispetto a un problema che ci vede assolutamente all'avanguardia in scelta di trasparenza visto che non c'è nessun atto che non sia controllato da Anac», ha spiegato il governatore. «E poi il 15%, espressione pronunciata a casa propria dal personaggio equivoco e da qualche suo sodale - ha concluso - la prima domanda è ma perché se c'è una vicenda vera e non una costruzione uno non va direttamente dalla Procura? Mi fermo qui».
Venerdì 23 Febbraio 2018, 15:28 - Ultimo aggiornamento: 24-02-2018 09:48
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 12 commenti presenti
2018-02-24 13:26:10
Presidente il tuo bla bla bla non convince e peggiora la situazione
2018-02-24 12:25:54
Ma sarebbe rivelatorio a sfavore o a favore sapere se l'ingegnere segnalato da Roberto abbia chiamato o meno
2018-02-24 11:49:24
Egregio presidente,dalle sue dichiarazioni emerge che è lei che fa finta di non capire..Lei una solo risposta doveva dare ma la evita da un po a questa parte.Dandole anche ragione su tutto il servizio giornaliustico,cosi come è stato fatto,non crede,è questa la domanda,che suo figlio non doveva ricevere questi personaggi e non prestarsi acconsentendo alla ofdferta del 15% ed altro.Ma bensi dununciarli subito alle forze dell'ordine senza accettare di incontrarli?
2018-02-24 09:46:04
de luù , che faje 'o ruffiano cu 'e giudici? nun te preoccupà songo d'o buttone!
2018-02-24 00:38:18
se un giornalista è a conoscenza di un reato dovrebbe rivolgersi alla magistratura, tutta questa storia non mi convince.. conoscendo grillo....

QUICKMAP