Caos Universiadi, Giorgetti accelera: vertice anticipato

di Fulvio Scarlata

Domani si decidono i destini delle Universiadi: è stato anticipato di un giorno il vertice di Roma in cui si deve trovare una soluzione al problema principale di Napoli 2019, quello del villaggio olimpico. L'accordo tra Comune, Regione e i vari protagonisti dell'organizzazione dell'evento ancora non c'è e non sembrano essere stati fatti sforzi per trovarlo. «Abbiamo la disponibilità di una seconda nave da crociera Msc - annuncia Vincenzo De Luca - se troviamo la terza la questione è chiusa». Intanto i sottosegretari Giancarlo Giorgetti e Pina Castiello accelerano per la nomina di un supercommissario per la manifestazione sportiva.

Ieri un incontro a Palazzo Chigi tra Giorgetti e il presidente del Coni, Giovanni Malagò. Al centro dell'attenzione i giochi olimpici invernali del 2026 e le Universiadi del prossimo anno. Un confronto in cui la posizione del Coni, per Napoli 2019, è netta: sul villaggio olimpico si punta tutto sulle casette prefabbricate nella Mostra d'Oltremare come da progetto già approvato. Una tesi che viene sostenuta dalla Fisu, la federazione internazionale degli sport universitari, che si è già espressa favorevolmente, dal Comune e dal commissario per le Universiadi Luisa Latella e che invece trova la ferma opposizione della Regione, con Vincenzo De Luca che ritiene uno scempio installare prefabbricati in un'area vincolata di interesse artistico, storico, monumentale come la Mostra.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Mercoledì 11 Luglio 2018, 07:00 - Ultimo aggiornamento: 11-07-2018 07:01
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP