Candidature, il risiko dei collegi: a Napoli l’ingorgo degli aspiranti parlamentari

di Adolfo Pappalardo

Al cauto ottimismo (leggi euforia) del centrodestra devi contrapporre una certa sfiducia che si respira nelle stanze democrat. Vedi alla voce collegi uninominali, la bestia feroce delle prossime politiche con la nuova legge elettorale. Sondaggi e scenari, infatti, tratteggiano una sfida dove i 18 collegi uninominali napoletani (tra Camera e Senato) andrebbero in mano a centrodestra e grillini. Anche quelle che erano un tempo le ex roccaforti rosse. Naturale, quindi, che nel Pd la richiesta del paracadute del proporzionale sia un salvacondotto più ambito che altrove.

E se i grillini ancora devono procedere con le loro selezioni (anzi ieri il deputato Angelo Tofalo faceva una chiamata alle armi: «Serve gente, fatevi avanti!») berlusconiani e renziani sono al lavoro di incastro e cesello. Con un vantaggio del centrodestra dove i candidati, visti i sondaggi positivi, non mancano mentre nel Pd sembra difficile trovare sfidanti motivati nei collegi. Con l’incognita, quest’ultimi, a doversi anche misurare nel testa a testa contro i cugini di Liberi e Uguali. E il rischio di una guerra fratricida è dietro l’angolo. Vedremo. Ma il problema è anche a monte: occorre bilanciare i voti del singolo in quel collegio. Perdere sì, ma subìre il capotto vorrebbe dire far abbassare anche il risultato del proporzionale. Scenari che verranno valutati e studiati nei summit previsti nelle prossime ore. Anzitutto oggi al Nazareno quando è previsto un incontro tra la segretaria regionale Assunta Tartaglione e Matteo Renzi e domani quando si vedranno i responsabili organizzativi del centrodestra per fare la ripartizione dei collegi con gli alleati. Mentre si registra un leggero ritardo di Liberi e Uguali che non avrebbe ancora chiuso la mappa dei collegi per il Senato e domani è in programma una consultazione interna. 
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Lunedì 8 Gennaio 2018, 22:19 - Ultimo aggiornamento: 09-01-2018 09:29
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
3 di 3 commenti presenti
2018-01-09 15:40:44
notate bene (cito): " Naturale, quindi, che nel Pd la richiesta del paracadute del proporzionale sia un salvacondotto più ambito che altrove". cioè: si dice papale papale che è naturale che nel piddì si facciano i capricci pur di riuscire a salvare la poltrona. fossi in uno di loro (ma al posto loro non ci so stare, come diceva de andrè), una frase del genere mi farebbe adirare (eufemismo) alquanto: più cattiva pubblicità di così …
2018-01-09 15:00:26
La coalizione di Destra a Napoli paghera' sensibilmente la presenza della LEGA
2018-01-09 12:42:40
Renzi dovra' pagare il job act, altro che posti di lavoro, Marzo si avvicina,dovete fare solo opposizione,e' l'unica cosa che vi rimane.

QUICKMAP