Bus fermi a Capodanno, l'ira di de Magistris: «Dall'Anm risposta insoddisfacente»

ARTICOLI CORRELATI
  • 8
«Spero che all'ultimo minuto ci sia il necessario numero di lavoratori per poter prolungare il servizio di trasporto pubblico la notte del 31 dicembre. Su questo tema fino ad oggi abbiamo registrato purtroppo una risposta insoddisfacente». Lo ha detto il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, a margine della presentazione del nuovo sito internet del Comune e all'indomani dell'incontro con alcune sigle sindacali di Anm.

Il sindaco ha ricordato che il servizio serale e notturno non è incluso nell'attuale contratto di servizio e che quindi si svolge attraverso il ricorso allo straordinario che è esclusivamente su base volontaria. «Nel prossimo contratto di servizio, inserito nel nuovo piano industriale, - ha spiegato - il servizio di trasporto sarà h24 senza distinzioni di fasce orarie come accade in tutte le grandi città del mondo».
 

E intanto per provare a consentire ai napoletani e ai turisti di poter partecipare ai festeggiamenti in piazza Plebiscito e sul lungomare, senza dover utilizzare l'auto, dovrebbe scendere in campo anche il prefetto di Napoli che - a quanto riferito da de Magistris - dovrebbe convocare i sindacati tra oggi e domani. «La necessità che ci sia il servizio pubblico la notte di Capodanno - ha sottolineato il sindaco - non è solo una nostra tesi, ma è condivisa dal Prefetto e dai vertici delle forze dell'ordine anche per motivi di sicurezza. Non chiediamo ai lavoratori di lavorare gratis, c'è lo straordinario che è regolarmente pagato».
Giovedì 28 Dicembre 2017, 14:37 - Ultimo aggiornamento: 29-12-2017 10:46
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP