Bagnoli, De Magistris: «L'intesa finale non c'è ma siamo sulla strada giusta»

«Stiamo lavorando ad un testo definitivo. L'intesa finale non c'è ancora ma sembra che siamo sulla strada giusta» ha detto il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, affrontando il tema della riqualificazione di Bagnoli. L'ex pm ha sottolineato che con il Governo c'è «un dialogo importante che può condurre ad un'intesa storica ma fino a quando non ci saranno le firme del Governo, della Regione Campania e della città di Napoli posso solo essere contento del metodo di lavoro utilizzato, della capacità di ascolto e della correttezza che poi si devono tradurre nell'accordo». Secondo quanto riferito dal primo cittadino, per chiudere sono necessarie «piccole limature» ma complessivamente il progetto della città «viene accolto». «La città di Napoli ha dimostrato di saper difendere il territorio, di saper proporre e cooperare con tutte le istituzioni. C'è la volontà fortissima di chiudere ma senza arretrare di un centimetro rispetto alla difesa del paesaggio, dell'urbanistica e nell'interesse degli abitanti e dei lavoratori».

«Vedo che ora il segretario nazionale del Pd candida Napoli per le Olimpiadi del 2028, ma quando noi ci facemmo avanti per le Olimpiadi del 2024, dopo che Roma si rifiutò, la mia proposta non fu molto sostenuta dagli ambienti politici e istituzionali. Evidentemente ci sono persone che sulla via di Napoli si stanno ravvedendo. Se la cosa può andare in porto, a noi non può che fare piacere» ha proseguito il sindaco commentando la proposta, avanzata da Matteo Renzi nel sul libro 'Avantì, di candidare il capoluogo campano per le Olimpiadi del 2028. Lex pm ha evidenziato: «La nostra città al netto dei problemi si sta riscattando. Qui si avverte un senso di rinascita e abbiamo dimostrato di essere in grado di gestire denaro pubblico con le mani pulite e di cooperare con le istituzioni».
Lunedì 10 Luglio 2017, 18:28
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP