Corruzione e turbativa d’asta: assolto Zinno, sindaco di San Giorgio a Cremano

di Antonio Cimmino

Prosciolto. Si chiude così l'udienza preliminare di stamani che ha visto coinvolto il sindaco di San Giorgio a Cremano, Giorgio Zinno, difeso dall'avvocato Maurizio Capozzo. Corruzione, turbativa d’asta, finanche l’ipotesi di associazione per delinquere: la Procura per il primo cittadino aveva chiesto il rinvio a giudizio nell'ottobre 2016.

Sorti diverse, invece, per Carmine Intoccia (allora dirigente ai lavori pubblici), Raffaele Peluso, Marco Leone, Brigida De Somma (funzionari), l’imprenditore Luigi D’Alessandro, i coniugi Cira Esposito e Ernesto Ascione, entrambi titolari di una ditta di vivai, tutti rinviati a giudizio.
Lunedì 18 Dicembre 2017, 14:10 - Ultimo aggiornamento: 18-12-2017 15:45
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP