A Napoli la nuova sede di Alis, Grimaldi: «Una sede per rilanciare il Sud»

A Napoli la nuova sede di Alis, al numero 62 di via Depretis nelle vicinanze di piazza Borsa. Ed è pronta anche la sede di Catania in Sicilia. A meno di un anno dalla sua fondazione, sbarca nel capoluogo partenopeo e continua a crescere l’Associazione Logistica dell’Intermodalità Sostenibile che conta oltre 1.200 aziende associate tra aziende di autotrasporto e logistica, compagnie armatoriali e ferroviarie, terminal, agenzie e spedizionieri di tutta Italia, per un totale di oltre 120.000 unità di forza lavoro e un parco veicolare di 80.000 mezzi con 2.700 collegamenti marittimi settimanali solo per le isole, più di 120 linee di Autostrade del Mare e 200 sedi dislocate su tutto il territorio nazionale.
 
«La nuova sede di Napoli affiancherà l’attività della sede associativa di Roma e degli altri uffici già operativi in tutta Italia - ha dichiarato Guido Grimaldi, Presidente di Alis – Per interpretare le istanze degli imprenditori e fornire reale supporto ai nostri associati, è fondamentale essere presenti concretamente sul territorio: da qui la scelta di una sede operativa nella città di Napoli, il fulcro del Mezzogiorno d’Italia, che è per posizione geografica e per sua stessa vocazione una grande piattaforma logistica al centro del Mar Mediterraneo. A un serio rilancio del Mezzogiorno d’Italia Alis intende contribuire in maniera attiva, promuovendo lo sviluppo del trasporto intermodale ferroviario e marittimo con collegamenti efficienti tra il Sud e il Nord della Penisola».  
 
L’inaugurazione di Napoli è stata inoltre l’occasione per annunciare che la sede di Alis Napoli è di conseguenza anche una sede Confalis: una nuova Confederazione, nata dalla partnership tra Alis e la Federazione Imprese, che conta giàoggi oltre 30.000 imprese associate, per un totale di 300.000 addetti.
 
L’obiettivo di Conflis è quello di promuovere ulteriormente la necessità di fare sistema, anche tra chi opera in settori differenti. Della Confederazione possono infatti entrare a far parte tutte le imprese italiane.
 
«Abbiamo voluto dar vita a un’organizzazione al servizio delle aziende italiane – ha concluso Guido Grimaldi - Confalis è infatti una confederazione in grado di assistere concretamente le imprese, che rappresentano il vero tessuto economico del nostro paese, nelle sfide che devono affrontare ogni giorno per essere competitive anche in un mercato globalizzato e con l’obiettivo di creare un sistema ed una rete per dare valore aggiunto a tutti gli associati».

Tra i presenti, con Pietro Spirito (Presidente dell'Autorità portuale Napoli Salerno), il vicepresidente della giunta regionale Fulvio Bonavitacola. «Guido Grimaldi - ha sottolineato il numero due di Palazzo Santa Lucia - rappresenta un riferimento per le Istituzioni. Ha competenza ed ha, dalla sua, significative ed autorevoli adesioni. L'Associazione indica le nuove sfide della intermodalità sostenibile e con loro dobbiamo confrontarci».  

Lunedì 11 Settembre 2017, 18:46 - Ultimo aggiornamento: 11-09-2017 18:46
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP