Van Gogh, Cy Twombly, Degas: ecco le grandi mostre di Capodimonte

ARTICOLI CORRELATI
Van Gogh, Cy Twombly, l'arte dei Samurai, Degas e anche Sofia Loren: a loro saranno dedicate le grandi mostre del Museo di Capodimonte fino al 2021. A dicembre 2017 si comincia con «Carta Bianca», a cura di Sylvain Bellenger e Andrea Viliani, che esalterà le opere e le collezioni del museo. Lo ha annunciato il direttore Sylvain Bellenger, nell'incontro svoltosi tra il presidente della Giunta regionale della Campania Vincenzo De Luca e Jack Lang, ex ministro della Cultura, della Comunicazione e dell'Educazione nazionale francese, organizzato dalla Regione Campania in occasione della fine della mostra «Picasso e Napoli: Parade», che si chiude domani.
 
 

«Dall'8 aprile, giorno di inaugurazione della mostra ad ieri abbiamo avuto 100 mila e 82 visitatori - ha detto Bellenger - e questo ci gratifica e ci spinge a fare sempre meglio. Per rilanciare il ruolo internazionale di Capodimon abbiamo programmato le mostre fino al 2021». «Cominciamo a dicembre con Carta Bianca: abbiamo chiesto a dieci personalità della cultura di scegliere dieci opere del museo tra le 47 mila in collezione e di allestire, in piena libertà, carta bianca appunto, una propria mostra». «Proseguiremo con Cy Twombly e l'antico, a cura di Andrea Viliani (aprile 2018-luglio 2018), poi avremo L'arte dei Samurai (ottobre 2018-gennaio 2019), Van Gogh, la luce e le stelle, nella primavera del 2019, mentre nell'autunno 2019 ci sarà una grande mostra dedicata a Sofia Loren, l'eroina napoletana». «La primavera del 2020 sarà dedicata all'Arte alla Corte degli Angiò, mentre nell'autunno 2020 e fino alla primavera del 2021,Capodimonte metterà in mostra le grandi opere del pittore francese Degas, tra Parigi e Napoli».
 
Domenica 9 Luglio 2017, 20:58
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP