«Tezaurè», la Fuorigrotta
di Patrizia Rinaldi | Video

di Davide Morganti

  • 65
Fuorigrotta continua a essere, con Bagnoli, l’altro lato di Napoli, quello flegreo, quello che ha nella crypta neapolitana (chiusa) e nei due tunnel il segno di un collegamento necessario con la città. Il quartiere appartiene alla decima municipalità ed è il più popoloso con oltre settantamila abitanti, ha conosciuto un primo stravolgimento urbanistico in epoca fascista e successivamente negli anni Sessanta, trasformando una località agricola in zona fieristica e di tempo libero in mezzo alla crescita disordinata di palazzi e strade. Da queste parti venne sepolto, per un breve periodo, nella chiesa San Vitale, a ridosso della crypta, il corpo di Giacomo Leopardi prima di essere traslato sul lato opposto della grotta laziale, a Mergellina. Del quartiere ce ne parla Patrizia Rinaldi, scrittrice poliedrica, scrive libri per ragazzi e per adulti, vincitrice dell’importante premio Andersen, autrice di gialli e di un romanzo di fortissimo impatto emotivo: “Ma già prima di giugno”. Riprese di Annalisa Nuzzo.
 
Sabato 22 Luglio 2017, 15:31 - Ultimo aggiornamento: 23-07-2017 09:56
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP