Napoli, i reduci del test d'ingresso di medicina: «Più difficile dell'anno scorso ma fattibile»

Candidati test medicina
ARTICOLI CORRELATI
di Ilenia De Rosa

0
  • 43
«Più difficile rispetto al test dell'anno scorso ma più facile di quello del 2015». Così Agostino D'Angiolella e Michele Piccolo, appena usciti dal Palapartenope, commentano i quesiti della prova d'accesso alla facoltà di Medicina. Opinione condivisa dai tanti candidati che stamattina hanno sostenuto il test, sognando il camice bianco. «Anche io penso che le domande siano state più complesse di quelle del 2016 ma la prova nella sua totalità era fattibile: più semplice degli anni precedenti» afferma Vincenza Iovinelli. Anche sulle materie più ostili di questo test 2017 i pareri vanno nella stessa direzione: biologia e chimica. Come sempre, però, a fare la differenza è la preparazione di base. Sui quesiti di logica non tutti hanno trovato grandi difficoltà.
 

Ma il problema principale resta l'elevato numero dei candidati a confronto di un esiguo numero di posti. «La prova non era semplicissima ma fattibile. Questo, però, consentirà a molte persone di ottenere punteggi alti, per cui non sarà facile entrare» commenta Dario Santospirito, uno dei 6.404 aspiranti medici.
Martedì 5 Settembre 2017, 14:12 - Ultimo aggiornamento: 05-09-2017 19:14
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP