«Storie di bullismo» a Napoli, giù il sipario sulla seconda edizione

Conferenza
di Ilenia De Rosa

«C'è un impegno da parte di tutta la comunità napoletana contro il bullismo: dal Comune, alle scuole, al resto della società». Così il sindaco Luigi de Magistris durante la cerimonia di chiusura della seconda edizione del progetto «Storie di Bullismo».

Promosso dall'assessorato ai Giovani e quello alla Scuola, in collaborazione con i tirocinanti del programma Garanzia giovani del Comune di Napoli, il Centro di Ateneo SinApsi della Federico II e l'Uo Tutela dei minori della polizia locale, l'iniziativa ha visto tra i protagonisti ragazzi di tante scuole del territorio. 
 

Presenti all'evento di stamattina il primo cittadino, gli assessori Annamaria Palmieri e Alessandra Clemente, la madre di Arturo, 17enne accoltellato da una banda di ragazzini, Maria Luisa Iavarone e il comandante della polizia locale Ciro Esposito.

«I ragazzi hanno fatto riflessioni molto profonde. Molti tra loro non avevano nemmeno contezza di quello che potesse significare un banalissimo gesto di violenza nella psiche di chi lo riceve da persona fragile» afferma l'assessore Palmieri.
 
Lunedì 14 Maggio 2018, 14:50 - Ultimo aggiornamento: 14-05-2018 14:50
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP