Sorrento, successo per il festival internazionale del Rinascimento dedicato a Torquato Tasso

SORRENTO. Torquato Tasso tornava nella città natale nel 1577. A 440 anni di distanza, Sorrento ha ricordato l’illustre concittadino con il “Festival internazionale del Rinascimento: indagini su Tasso”, promosso dal Comune su iniziativa dell’istituto di cultura “Torquato Tasso” del professor Alfonso Paolella.

Quindici tra i maggiori studiosi del poeta, provenienti da Usa, Spagna, Ungheria, Russia e Italia hanno testimoniato come siano ancora attuali le opere di Tasso. Presentato poi il libro “Le incisioni della Gerusalemme Liberata dal XVI al XVIII secolo”, curato da Alfonso Paolella (casa editrice Eidos) con l’entusiasmo dell’avvocato Antonino Cuomo. Il volume racchiude le 38 edizioni dell’opera uscite dal 1584 al 1799. Di grande effetto la mostra allestita dallo stesso Paolella delle illustrazioni della Gerusalemme Liberata, illustrazioni della collezione privata dell’avvocato Cuomo.

“Si tratta di un kermesse che merita altre edizioni in futuro” commenta il sindaco di Sorrento Giuseppe Cuomo. “La cultura unisce – dice Pino Ecuba, responsabile di Eduardo Tv che ha seguito la manifestazione con l’associazione Musiciens – Bello vedere tante generazioni a confronto”. Soddisfatto anche l’assessore agli eventi Mario Gargiulo: “L’accoglienza è un nostro modo di essere, nella cultura e nelle tradizioni. L’abbiamo ribadito durante il festival, lo dimostreremo anche nella programmazione di Sorrento Incontra-M’Illumino d’Inverno”.
Lunedì 13 Novembre 2017, 16:23 - Ultimo aggiornamento: 13-11-2017 16:23
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP