Scavi di Ercolano, +33% di visitatori per la fine di dicembre

di Antonio Cimmino

La fine di dicembre al Parco Archeologico di Ercolano ha fatto registrare un incremento del 33% del numero di visitatori: erano stati infatti  2.358 i turisti degli scavi di Ercolano il 29 e il 30 dicembre del 2016 e se ne sono contati invece 3.502 negli stessi giorni del 2017.  E’ il traguardo raggiunto per questa fine d’anno, «il trend di crescita che puntiamo a mantenere per il prossimo nuovo anno» queste le parole del direttore del Parco, Francesco Sirano. «Il Parco Archeologico di Ercolano si conferma meta prescelta in questi giorni di vacanza ed il 2018 saprà stupire i visitatori che lo sceglieranno come propria destinazione con un’offerta ancora più ricca e articolata: si punterà alla valorizzazione del patrimonio con un’offerta rivolta ai visitatori che verranno da lontano e a coloro che condividono sul territorio questo gioiello che parla del loro passato», ha aggiunto il direttore Sirano.

Fino al 5 gennaio, in particolare, rimarrà aperto il Padiglione della Barca che custodisce la barca romana rinvenuta ad Ercolano sull’antica spiaggia, con una serie di oggetti collegati al mare e alle attività marinare (chiusura del Padiglione alle 13,30). Programmata chiusura del sito, invece, per il 1 gennaio. Continuano, intanto, gli itinerari tematici dedicati ad Amedeo Maiuri: in particolare martedì 2, mercoledi 3, giovedì 4, venerdì 5, per gruppi di 30 persone che potranno sperimentare i nuovi percorsi dedicati a Maiuri al costo di un normale biglietto (11 euro, con riduzioni e gratuità da normativa).
Sabato 30 Dicembre 2017, 16:52 - Ultimo aggiornamento: 30-12-2017 16:52
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP