Sabrina Impacciatore: «In Italia troppo calcio e poco cinema»

Sabrina Impacciatore
ARTICOLI CORRELATI
di Ilenia De Rosa

VICO EQUENSE - «L'Italia è un paese appassionato di calcio e si dimentica del cinema, che è arte aggregante». Sabrina Impacciatore, ospite del Social World Film Festival, sottolinea lo scarso interesse per un settore che secondo lei, andrebbe incentivato. «Credo che sarebbe molto importante introdurre lezioni di cinema nelle scuole, almeno un'ora a settimana. Potrebbe servire sia a formare professionalità importanti, sia ad aiutare i giovani talentuosi a tirare fuori le loro capacità e a trovare la loro strada, perchè non sempre ciò avviene con facilità». 



E su Napoli non ha dubbi. «E' un regno a parte, che io adoro. Ascolto sempre musica napoletana». Si traterrà pochissimo in costiera e poi nuovamente catapultata nei mille impegni. «Andrò al festival di Venezia: sono la protagonista femminile del cortometraggio di Claudio Santamaria "The Millionairs", che è stato scelto come evento speciale. A breve - aggiunge - comincerò le riprese con Gabriele Muccino, che fa un filmone bellissimo per il suo ritorno in Italia». Nel cast del film di Muccino, che torna nella sua terra dopo l'esperienza americana, anche Stefania Sandrelli, Stefano Accorsi, Pierfrancesco Favino, Gianmarco Tognazzi, Massimo Ghini, Carolina Crescentini e molti altri. 
Giovedì 27 Luglio 2017, 23:44 - Ultimo aggiornamento: 27-07-2017 23:50
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP