Ricerca, Napoli capitale del Mediterraneo: via al primo dipartimento di Biotecnologie marine d'Europa

di Rosa Palomba

  • 81
Una firma sul mare. L'ultima fra Regione, Comune e fondazione Dohrn. Il cuore di Napoli che batte sul Golfo, avrà presto il primo dipartimento di Biotecnologie Marine d'Europa. In queste ore infatti, gli ulteriori incontri fra il presidente dell'ente di ricerca, Roberto Danovaro, i rappresentanti di Palazzo Santa Lucia, e i delegati del sindaco De Magistris. Ultime autorizzazioni e ratifiche per dare alla città una prestigiosa e competitiva spinta culturale ed economica; alla ricerca nuovo vigore, tecnologie fra le più moderne, scienziati in campo. Solcare il Mediterraneo, «navigare» lo scrigno della biodiversità sottomarina, alla ricerca - appunto - di nuove soluzioni e inediti rimedi per la salvaguardia dell'ambiente, la prevenzione e la lotta al cancro anche attraverso la nutraceutica, il cosiddeto supercibo, alimenti arricchiti di principi nutrienti funzionali alla salute umana. A Napoli dunque un prestigioso Dipartimento scientifico in arrivo; a Portici, la Giornata degli Oceani, l'iniziativa dell'8 giugno che riguarda «i mari del mondo». Saranno infatti prelevati i campioni di acqua marina in tutto il pianeta, per valutarne lo stato di salute, carpirne e sfruttarne i segreti.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Giovedì 31 Maggio 2018, 07:00 - Ultimo aggiornamento: 31-05-2018 17:03
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP