Natale onirico e misterioso nell'Ipogeo delle Anime coperto dalla lava del Vesuvio

Ipogeo del 700
di Francesca Mari

TORRE DEL GRECO. Natale all’Ipogeo delle Anime: arte e musica nei sotterranei sepolti dalla lava del ‘700. Al via oggi «Natale 2017 all’Ipogeo delle Anime», una rassegna di arte, fotografia d’autore e musica incentrata sulle tradizioni Natalizie, religiose e folcloristiche del territorio che avrà come palcoscenico il suggestivo ipogeo dell’antica chiesa del SS. Sacramento e S. Michele Arcangelo, sepolta anch’essa dalla lava del Vesuvio del 1794. Immagini toccanti, vivaci o malinconiche, misteriose e “narrative” «rubate» dall’abile occhio del fotografo Francesco Sangiovanni nella mostra fotografica «I misteri ritrovati», devozione e folklore del Natale torrese.

Devozione e tradizione, invece, della festività religiosa più importante per la città corallina, l’Immacolata Concezione, nei suggestivi e intensi scatti del fotografo Pasquale D’Orsi, pure tra i «focus» più attivi e raffinati del territorio. La mostra si chiama «Il carro dell’Immacolata» ed espone gli scatti più sorprendenti fatti negli anni al carro trionfale della Madonna. Le mostre si potranno visitare il 7 dicembre dalle 18.30 alle 20.30; 9 e 16 dicembre dalle 18 alle 20.30; 10 e 17 dicembre dalle 11 alle 13, 21 dicembre e 5 gennaio. Il 21 dicembre alle 19.30 il Grande Concerto «Natal’è», un viaggio onirico nella tradizione dei canti e racconti della notte Santa a cura di Myriam Lattanzio, Lello Russo, Maria Pacilio, Martina Mollo, Caterina Bianco, Domenico Monda. 
Giovedì 7 Dicembre 2017, 12:31 - Ultimo aggiornamento: 07-12-2017 12:31
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP