Nasce la cravatta «Melograno» di Cilento, una settepieghe simbolica

di Cristina Cennamo

0
  • 115
C'è un nuovo nato nella collezione Cilento, un mondo senza tempo in cui l’attenzione ai dettagli è maniacale e la realizzazione a mano di ogni singolo pezzo è seguita personalmente da Ugo Cilento, ottava generazione alla guida della storica azienda. 

È la cravatta settepieghe con melograno: un classico della cravatteria napoletana con una rilettura contemporanea di uno dei simboli più antichi legati alla fortuna e alla prosperità.  La cravatta Melograno in pura seta ha un microdisegno molto elegante e, sul codino, un melograno realizzato perfettamente nel jaguard, perfettamente leggibile con tutta la sua forza simbolica.

La pianta di melograno viene considerata, assieme al melo cotogno e alla vite, uno dei più antichi alberi da frutta coltivati. Il suo frutto, ma anche i suoi semi e il suo fiore, sono quasi sempre associati nelle civiltà antiche alla fertilità e alla fecondità. Era apprezzata anche dagli Egizi per i quali la melagrana era considerato un frutto medicinale per le sue proprietà terapeutiche. Pianta sacra a Venere e a Giunone, nella simbologia ebraica questo frutto è simbolo di onestà e di correttezza perché secondo la tradizione ebraica la melagrana contiene al suo interno 613 semi che rappresentano le 613 prescrizioni scritte nella Torah osservando le quali si ha la certezza di tenere un comportamento saggio ed equo.

La collezione di accessori M. Cilento 1780 tramanda la cultura del su misura, la ricerca del pezzo unico e di classe, dell’accessorio raro e di qualità. Ed è per questo che i suoi accessori sono oggetti senza tempo, assolutamente perfetti e per ogni occasione, destinati a un uomo e ad una donna che cerca qualità e raffinata eleganza.
Giovedì 9 Novembre 2017, 17:23 - Ultimo aggiornamento: 09-11-2017 17:23
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP