Test d’ingresso gratuiti e premi
al merito: ecco l'offerta formativa

“Laureati eccellenti” e “Family Open Day”. Si sono fuse insieme in un solo grande evento le due formule innovative e ormai tradizionali ideate dal servizio di Orientamento dell’Università Suor Orsola Benincasa per raccontare alle future matricole ed alle loro famiglie metodi, numeri e peculiarità del ‘fare università’ nella più antica Università libera italiana, che oggi anima un moderno campus di studi universitari.

Se una delle peculiarità del sistema didattico del Suor Orsola sono i professionisti in cattedra (manager, imprenditori, giornalisti, magistrati, archeologi ad alternarsi con i docenti tradizionali nelle lezioni) così ormai da anni per le sue giornate di orientamento l’Ateneo napoletano accanto ai docenti schiera i suoi migliori laureati degli ultimi anni, affinché, come spiega il responsabile del SOT-Servizio di Orientamento e Tutorato, Paola Villani, “siano proprio quelli che l’hanno appena vissuto e superato con successo a raccontare alle future matricole le difficoltà del percorso universitario e i segreti per superarlo al meglio e guardare da subito alle prospettive occupazionali”. E proprio per raccontare al meglio il percorso che porta dagli studi universitari al mondo del lavoro l’Ufficio di Job Placement del Suor Orsola, che segue individualmente ogni laureato dell’Ateneo, ha scelto quattro diversi profili, quattro diversi esempi per le giovani matricole.


Il successo nei concorsi pubblici di Francesco Cardellicchio, giovanissimo Prefetto, vincitore del concorso al Ministero degli Interni soltanto pochi mesi dopo la laurea in Giurisprudenza, la brillante carriera accademica della giurista Claudia Marchese, oggi ricercatrice in diritto pubblico dopo una significativa esperienza alla Corte Costituzionale o il percorso variegato di Adele Forte, laureata in Conservazione dei beni culturali, una lunga esperienza da project manager nella gestione del patrimonio culturale fino all’approdo in Rai, prima nella redazione di Rai Cultura e oggi all’interno della direzione di Rai Vaticano. Infine il brillante percorso giornalistico di Rossella Burattino che al Suor Orsola, l’unico Ateneo al mondo ad avere l’intero percorso formativo dall’asilo al post laurea grazie all’integrazione con l’Istituto Scolastico, c’era entrata da liceale per uscirci dopo la laurea in lingue e la Scuola di Giornalismo per andare direttamente a via Solferino per uno stage al Corriere della Sera.


Uno stage diventato poi un lavoro stabile come spesso succede ai laureati eccellenti di un Ateneo che investe moltissimo sul lavoro del proprio Ufficio di Job Placement come ha sottolineato con orgoglio il Rettore Lucio d’Alessandro. A lui è toccato il compito di illustrare alle famiglie anche le ‘misure anticrisi’ messe appunto dal Suor Orsola già da qualche anno per venire incontro alle esigenze economiche di tutti. Test d’ingresso gratuiti, premi al merito e accesso al microcredito per finanziare gli studi Innanzitutto test d’ingresso gratuiti per i corsi di laurea in Giurisprudenza, Psicologia e Scienze della comunicazione e per il nuovo corso di Economia aziendale e Green Economy. Lo studente potrà scegliere il giorno e l’ora della prova (fino al 26 settembre) registrandosi al sito attraverso una procedura informatica guidata


. Poi c’è il premio al merito per i migliori neo maturati con un sconto di 300 euro sulle tasse universitarie per tutti coloro che hanno ottenuto 100 come votazione all’esame di maturità. Premi al merito che continuano anche per le iscrizioni agli anni successivi al primo e sono, in questo caso, parametrati sul numero di crediti universitari conseguiti ogni anno. Così anche per l’accesso alle lauree magistrali. E per gli studenti in difficoltà economiche da quest’anno c’è anche la possibilità di accedere al microcredito (fino a 25mila euro) per finanziarsi gli studi grazie ad un accordo siglato dal Suor Orsola nei giorni scorsi con l’Ente Nazionale per il Microcredito. Il contratto con lo studente, il tutorato no stop e il trend positivo delle immatricolazioni nell’ultimo triennio Ma soprattutto l’Università Suor Orsola Benincasa prevede un’innovativa politica di tasse universitarie che il Rettore definisce “contratto con lo studente”. In virtù di questo “contratto”, l’Ateneo s’impegna a non aumentare le tasse negli anni successivi ad un livello più alto di quello pagato nell’anno di immatricolazione.


“I nostri, per altro pochi, studenti fuori corso possono, dunque, stare tranquilli sul piano delle tasse - sottolinea d’Alessandro - ma possono esserlo un po’ meno sul piano dell’impegno perché al Suor Orsola esiste una specifica task force di Tutor didattici che già a partire dagli studenti iscritti al primo anno si impegna nel seguirli individualmente affinché concludano positivamente il patto che hanno siglato con l’Università, con la loro famiglia e con se stessi”. Queste misure, che rientrano in un più ampio progetto di “tutorato non stop”, unite a una didattica che sa coniugare tradizione e innovazione e ad un sistema di servizi che accompagnano lo studente dall’immatricolazione fino alla ricerca di un posto di lavoro nel dopo-laurea, hanno consentito, nell’ultimo triennio, come ha evidenziato il manager didattico, Natascia Villani, “di aumentare il numero di immatricolati, segnando un incremento di oltre il 10% rispetto agli anni precedenti, con un risultato decisamente in controtendenza rispetto al dato nazionale ge
nerate
Mercoledì 19 Luglio 2017, 14:14 - Ultimo aggiornamento: 19-07-2017 14:14
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP