La storia maledetta del convento di Sant'Arcangelo a Baiano: nel '500 orge e delitti

di Marco Perillo

«Di orrenda memoria, ma per diversa ragione, non perché infestato di spiriti ma perché bruttato da fatti di libidine e di sangue e di sacrilegio, era il vicolo di Sant'Arcangelo a Baiano, dove si vedeva ancora la chiesa supersite dell'antico monastero di monache benedettine, abolito nel 1577». Sono le parole che Benedetto Croce dedicò a uno dei luoghi più enigmatici della città, teatro di una delle leggende napoletane più losche, che per secoli attrasse l'attenzione di...
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Lunedì 16 Luglio 2018, 08:48
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP