Il polo di San Giovanni si amplia:
in arrivo fondi, academy e strutture

di Rossella Grasso

Il Polo Universitario di San Giovani a Teduccio è una best practices degli investimenti europei. Lo ha stabilito l'Unione Europea che ha premiato la Federico II. Un lavoro che punta a diventare un polo tecnologico, punto di riferiemnto per tutto il Sud Italia e oltre. I cantieri sono aperti e fervono le iniziative per portare nella periferia Est le più grandi aziende mondiali. Entro il 2019 saranno completati i lavori strutturali per l'ampliamento del Polo con nuovi parcheggi, nuove aule per accogliere l'attività didattica per un numero di studenti sempre in crescita e la costruzione di un palazzo dell'innovazione e della tecnologia dove un tempo c'era la sede della Cirio. «Stiamo lavorando con tante aziende internazionali, prossimamente ci saranno belle sorprese», ha detto il Rettore della Federico II, Gaetano Manfredi.
 


Tutto ciò che è e sarà San Giovanni lo racconta chi ci lavora nella due giorni di eventi promossi dall'Unione Europea l'8 e 9 maggio, nell'ambito della campagna #EuinmyRegion. Un open days presso il campus universitario della Federico II di Napoli a San Giovanni a Teduccio che coinvolge centinaia di studenti e avvicina gli allievi delle scuole superiori alla scelta universitaria. Uno dei principali interventi di rigenerazione urbana, realizzato con il co-finanziamento del POR Campania FESR, si apre alla cittadinanza con visite guidate, playground, conferenze e convegni sui temi dell'Europa e dell'Innovazione. Il convegno su Connettività, Innovazione e competenze digitali introdotto dal rettore Gaetano Manfredi, ha aperto i lavori. Tra i presenti il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca che ha sottolineato la sua piena soddisfazione per il lavoro svolto. «Il polo di San Giovanni a Teduccio rientra negli interventi strategici in cui è impegnata appieno  la Regione Campania. Nei prossimi mesi partiamo con un altro finanziamento di una cinquantina di milioni di euro per completare la struttura, ampliare i locali di ingegneria, per far decollare in maniera definitiva il ruolo dei materiali. Investiamo oltre a 
questi 50 milioni, circa 7 milioni di euro per pagare le borse di studio per i ragazzi della Academy, oggi anche di Cisco, siamo riusciti a concentrare qui a San Giovanni grandi aziende, anche la Tim». 

Prima dell'estate inizieranno i corsi alla Cisco Academy ed è stato annunciato l'accordo con la Tim. Pochi mesi dopo il lancio del progetto “The Future of the City” a Catania, Tim continua a scommettere sulla trasformazione digitale del sud Italia. Ora, tramite Tim Wcap Napoli, punta a sviluppare la cultura dell’innovazione e l’imprenditoria digitale in Campania in collaborazione con l’Università Federico II. Sostiene il progetto come partner strategico, anche Cisco Italia. La missione di Tim Wcap Napoli è sintetizzata dal binomio innovation & digitalization, innovazione e sviluppo competenze digitali. Grazie alla collaborazione con l’Università Federico II e Cisco, Tim metterà a disposizione di startup, pmi innovative e studenti l’accesso a piattaforme e asset tecnologici, per sviluppare applicazioni e soluzioni digitali. Per quanto riguarda, invece, la promozione dell’imprenditorialità, ci saranno iniziative dedicate alle startup sia early stage che ready-to-market con particolare focus  nei settori  della cyber security, industry 4.0, multi-cloud, wi-fi community.

Tra i partecipanti al convegno anche Edoardo Cosenza presidente Campania NewSteel, Mario Di Mauro executive vice president Strategy TIM, Agostino Santoni amministratore delegato CISCO Italia, Carmela Palumbo capo dipartimento per la Programmazione MIUR, Giorgio Ventre direttore Apple Developer Academy Napoli, Sylvain Bellenger direttore Museo e Real Bosco di Capodimonte e Valeria Fascione assessore Internazionalizzazione, Startup, Innovazione Regione Campania. Nell'ambito della due giorni verranno aperte le porte dei laboratori e delle realtà innovative e formative del Campus tra cui: Apple Developer Academy Napoli - Digita Digital Transformation&Industry Innovation Academy - Cesma Centro di Servizi Metrologici Avanzati - Intesa Sanpaolo Innovation Center - Stress Distretto ad Alta Tecnologia per le Costruzioni Sostenibili - Dattilo Distretto ad Alta Tecnologia dei Trasporti e della Logistica - Materias Early Stage Combined Accelerator - Axa Matrix Risk Management - Campania NewSteel Incubatore d'impresa.
Martedì 8 Maggio 2018, 15:27
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP